Obiettivo Regno Unito: specializzazione in Inghilterra

Surgery!

Lascia un commento

Ed eccomi qui alla fine del mio secondo giorno di chirurgia vascolare, stanca a felice!
La mattina la sveglia è tragica… alle 5.40 sono scattata in piedi (menomale sono riuscita a far sì che la macchina del caffé si accenda da sola per quell’ora) ed alle 6.05 sono uscita di casa… era ancora buio e c’era ancora la luna. Oggi ho anche assistito ad un’alba spettacolare con tutte le nuvole rosa, proprio nel punto in cui la ferrovia attraversa un fiume, che sulla sinistra si getta nel mare… mi sono tirata su con questo spettacolo!

Ieri mi ero troppo depressa… la differenza con medicina è enorme, qui il giro visite (abbiamo circa 20 pazienti o poco meno) dura circa un’ora e mezza, il che fa una media di 4 minuti a paziente.. non male! In realtà è un po’ più lungo, solo che di solito la mia capa (Joy) deve essere in sala per le 8-8.15 quindi la prima parte la facciamo con lei tutta di corsa, mentre l’altra parte la fa un povero specializzando dei primi anni da solo.
Nel team c’è Joy, il resident, io e una ragazza malesiana, Ameera, molto simpatica! Ovviamente ci sono anche i primari ma loro non vengono quasi mai, stanno solo in sala! In più ci sono anche studenti del terzo anno, ma dalla settimana prossima cambiano.
Io e Ameera ieri non siamo andate in sala ma siamo andate nella clinica pre-operatoria (dove tra l’altro abbiamo visto un tumore piuttosto raro), mentre oggi abbiamo fatto tutto il giorno nel theater!!! Abbiamo solo osservato ma è stato davvero troppo interessante! Tutti si sono messi ad un certo punto a spiegarci qualcosa (gli anestesisti, i chirurghi vascolari, i tecnici della sala, ecc) quindi alla fine mi sono annoiata molto meno del previsto! Poi il fatto che c’è Ameera mi aiuta perché lei fa un sacco di domande (tra l’altro è bravissima, risponde sempre a tutto quello che ci chiede Joy!!! Io sembro deficiente in compenso) e quindi anch’io la posso prendere ad esempio. Ottimo.

Insomma, la prima operazione era tutta endovascolare quindi niente di che, due tagliuzzi all’inguine. Per la seconda invece hanno aperto l’addome al paziente e sono orgogliosa di comunicare che non solo ho evitato lo svenimento o il rimettere il pranzo sul paziente (temevo che sarebbe successo dato che non avevo mai messo piede in sala operatoria), ma mi sono messa in prima linea a vedere ben bene quello che accadeva!! Un po’ orribile quando han tirato fuori l’intestino tenue e l’hanno imbustato, mi è venuta in mente la mia mamma con il sottovuoto, ehm. E anche quando il chirurgo capo ha infilato una mano proprio dentro la pancia del poverello per sentire un’arteria… ma per il resto è stato decisamente molto entusiasmante!!

Io ed Ameera probabilmente non faremo molto di pratico, per ora siamo state addette all’inserimento di cateteri e sono già felice con questo, anche se spero che prima o poi ci faranno scrubbare! Poi durante il giro visite mi sono messa a dare una mano ed è bello sentirsi utili! :)

Insomma, il primo giorno di sala operatoria è stato decisamente rivelatorio! Ora vediamo come sarà tra una settimana di questa vita perché dubito di riuscire a reggere il ritmo. Oggi sono uscita alle 5.45, il che fa esattamente 10 ore e mezza di “lavoro”… argh!

Poi sono andata con la Franci a mangiare a casa di amici quindi non ho potuto studiare niente, anche se volevo mettermi a rivedere qualcosa perché Joy ogni tanto prende e fa delle domande cattivissime e mi sento troppo impreparata! Disastro!!! Mi devo troppo riscattare! Poi sarà che a volte nemmeno capisco che cosa mi ha chiesto (mi mette un po’ in soggezione) e questo sicuramente migliorerà col tempo, ma insomma… non si può mica così!
Lei è proprio una tipa estremamente…. chirurga, diciamo! Cioè, molto pratica, molto rapida e precisa nelle cose che fa. Non si dilunga troppo in chiacchiere coi pazienti, ma prima di tutte le operazioni ci ha spiegato qualcosa su che cosa doveva essere fatto. Ovviamente non conoscendo l’operazione dettagliatamente poi noi ci abbiamo capito poco (per quella endovascolare, l’altra me l’ero studiata prima di entrare quindi è andata meglio), ma mi sono divertita lo stesso.

Insomma, ieri a pranzo volevo scappare, oggi sono decisamente molto molto molto più contenta! :D :D

Domani abbiamo una lezione con i ragazzi del terzo anno per mettere cateteri su un manichino. Poi spero di nuovo theater!

Bon, devo andare a letto (e a bere la mia tisanina) che non capisco più niente…

Ciaoooo!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...