Obiettivo Regno Unito: specializzazione in Inghilterra

Oh wow!

2 commenti

Mi rendo conto che questo è il terzo post in tre giorni, ma sfrutto l’onda dell’adrenalina per raccontarvi con il giusto entusiasmo la giornata di oggi.

Sveglia – ore 5.20
Sono talmente elettrizzata all’idea del giro visite con i big bosses (tipo primari) che mi alzo subito ed esco per le 5.45.

Arrivo in ospedale – ore 7.00
Puntualità impeccabile, batto sul tempo persino Joy! Eheh! Giro visite rapido ma non troppo. per le 8.30 circa abbiamo finito ed io e Ameera ce ne andiamo in cerca di qualcosa da fare dato che Joy, i big bosses, Ara (un altro specializzando) e Arash (quello che di solito fa tutto il paperwork, l’ultimo della catena del team di vascular) vanno a fare un meeting a cui noi studenti non siamo allowed. Però lasciamo il numero di telefono a Joy e lei ci manda un messaggio così che possiamo vedere la seconda parte del meeting, sui vari farmaci che di solito i nostri pazienti prendono.

Pratica! – ore 10
Mentre giriamo nel reparto dove ci sono quasi tutti i nostri pazienti incrociamo un altro ragazzo del quinto anno, Zul, a cui avevo detto che non avevo mai fatto un prelievo venoso. Lui mi prende al volo e mi porta da un loro paziente a fare il prelievo insieme alla loro intern.
Zac-Zac ed ecco il mio primo successfull prelievo venoso!! :D

Prima Operazione – ore 10.30
Un bypass femoro-popliteo (chiamato fem-pop bypas, che nome carino), troppo interessante. Il consultant (primario) che operava insieme a Joy ci ha spiegato qualche cosa e siamo riuscite a vedere tutto per bene grazie a degli sgabellini perfetti su cui stavamo in piedi.

Lezione – ore 12.30
Intern Teaching sulle patologie più comunemente misdiagnosticate (?) in pronto soccorso. Molto molto pratico e molto interessante!

Seconda Operazione – ore 14.00
Angioplastica delle arterie iliache. L’operazione era endovascolare quindi ci abbiamo capito il giusto, ma una delle infermiere di sala dopo ci ha spiegato tutto e poi ci fatto vedere gli strumenti ed abbiamo potuto “giocare” con i palloncini che utilizzano per dilatare il lume dell’arteria e con alcuni stent che lei aveva messo da parte. I palloncini sono durissimi, pensavo che fossero molto meno rigidi! Invece gli sent non sono niente di particolare ma costano un occhio della testa! eheh!

Terza Operazione – ore 16.00 (circa?)
Biopsia dell’Arteria Temporale. Ci avviamo verso la sala dove sono i pazienti in pre-op ed incrociamo Joy, che ci guarda e fa “chi si scrubba con me?”. Ah, in italiano il termine corretto credo proprio che sia lavarsi ma non mi piace proprio quindi userò quello inglese (to scrub) italianizzato.
Io e Ameera ci guardiamo e riesco a farmi avanti io (yeeee! sto imparando), però con molta franchezza vado da Joy e le confesso di non essermi mai scrubbata in vita mia e non avere la più pallida idea di come caspita si faccia. Si mette a ridere e mi consiglia di chiedere all’infermiera che prima ci aveva spiegato tutte quelle cose. Quindi rintracciamo l’infermiera e lei mi insegna tutto quello che c’è da sapere. Addirittura ha aperto i camici da sala sterili ed i guanti per farmi provare per bene!
Mi scrubbo e corro in sala perché Joy sta già iniziando l’operazione.
Si prende un pezzo dell’arteria del signore, poi il consultant ci raggiunge, non è contento del punto in Joy ha operato, quindi apre un altro punto del paziente e toglie un altro pezzo di arteria. Nel mentre io aiutavo qui e lì tenendo i divaricatori (quelli piccini). Non mi ha dato fastidio niente, nemmeno il fatto che il paziente fosse lì tutto sveglio e parlante mentre io fissavo dentro il suo scalpo!
Ovviamente, da prima operazione che si rispetti, riesco a toccare un punto non sterile e mi tocca star buona da una parte per un quarto d’ora. Finalmente la nurse mi fa cambiare il guanto (io non avevo idea di che dovessi fare in un caso del genere), e posso tornare a dare il mio piccolissimo aiuto.
Yeah!! Grande successo e grande entusiasmo! Appena finita l’operazione Ameera va via ed io rimango con Joy ed il Mister Consultant. Mi dicono che posso andare via ma io, tutta gasata, mi rifiuto e rimango anche per la quarta operazione! Joy mi guarda sorpresissima perché si aspettava che volessi andare a casa, ma io non desisto e decido di rimanere. Lei deve andare a vedere un paziente ed io vado nella student room a leggermi per bene l’operazione e studiare per una mezz’oretta.
(qui gli studenti hanno un’area in cui possono entrare solo loro con cucina, divani, 2 stanze con 2 tv, letti per dormire, bagni, docce… troppo bello)

Quarta operazione – ore 6.00
Un’altra biopsia dell’arteria temporale.
Arrivo ovviamente troppo presto ed il Mr Consultant mi vede in corridoio. Quando stanno per cominciare mi viene a chiamare e mi chiede se voglio scrubbarmi di nuovo. Certamente!!
Questa volta eravamo solo noi due ed ho guardato il tutto ben bene. Stupendo!

Casa – ore 8.00
Arrivo finalmente a casa dopo 12 ore in ospedale (più quasi due di viaggio, quindi 14 in totale).
Sono così contenta ed eccitata che ho dovuto per forza ripercorrere tutta questa giornata invece che collassare a letto!

Da domani siamo in vacanza fino a mercoledì e mi dispiace pure!! Però domani sera partiamo quindi direi che va piuttosto bene comunque!
Sperando che il tempo si rimetta perché ora c’è un ventaccio orribile e piove. Stamani il cielo era nuvoloso e per tutta la giornata c’è stato un sole bellissimo. Ma dico io.. un po’ di coerenza no??

Oh bene, finito questo resoconto (non so chi è arrivato in fondo)!
Ora mi metterò qui a tentare di non addormentarmi troppo presto (sennò poi domani mi sveglio alle due di notte dati i ritmi di sonno a cui mi hanno abituata.. povera Fede).

Un bacio a tutti!!!!!

2 thoughts on “Oh wow!

  1. Feffi, io ti adoro! Mi hai fatto schiantare, e CERTO che sono arrivata fino in fondo. E’ gasantissimo leggere i tuoi post (e ti invidio da morire!:D).
    Quindi, sappi che un’assidua lettrice sarà costantemente aggiornata sui tuoi sviluppi, ora che ho scoperto dove scrivi! Wow, complimenti…
    e buon viaggetto, strameritato a questo punto direi! :*

    • eheh! Ho un’assidua lettrice!!! che emozione! ^_^
      Grazie véro (il fatto è che vero è difficile da scrivere perché non mi ricordo mai in che direzione va l’accento, veronica è molto più facile!)! Continuerò a scrivere, mi diverto troppo!
      Un bacione!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...