Obiettivo Regno Unito: specializzazione in Inghilterra

Happy

4 commenti

Eccomi!

Finalmente trovo un pomeriggio abbastanza rilassante da permettermi di rispolverare il blog! Perdonatemi la lunga assenza!
In realtà con il mio ultimo post avevo già riassunto piuttosto bene le informazioni salienti delle prima settimane di esperienza a Sheep Town, adesso che il Foundation Programme è iniziato da quasi 2 mesi, comincio ad essere molto più rilassata a gestire situazioni difficili da sola… diciamo che una delle cose più difficili per me è stata (ed è ancora) imparare a non andare nel panico quando un paziente è in condizioni (per me) preoccupanti.. per esempio un possibile infarto miocardico, un’iperkaliemia con onde T a picco, un addome molto molto disteso e l’infermiera che molto gentilmente la prima info che mi da è “secondo me ha una rottura dell’aneurisma dell’aorta” (storie vere).
Ora ho un approccio più sistematico e so più o meno come affrontare le cose quindi riesco a mantenere la calma e a fare quello che devo fare, valutare le situazioni a seconda della gravità e chiedere aiuto se penso di non essere in grado di gestirle mentre mi sento in grado di provare a fare da sola se sono convinta della mia diagnosi.
Progressi che, considerando da dove sono partita, sono abissali! :)
Ovviamente ci sono ancora situazioni che mi creano un po’ di disagio e altre in cui tendo a perdere un po’ la testa, ma penso che sia normale!

Sono anche molto più spigliata con i farmaci, conosco la maggior parte di quelli usati più comunemente e sono in grado di prescriverli (pure ai bambini!).
Ho preso MOLTA dimestichezza con cateteri urinari, prelievi venosi e l’inserimento di ago-cannule (grazie al week-end oncall soprattutto) e sono anche diventata piuttosto brava. Credo che la mia pazienza sia complice in questa cosa, dato che in diverse occasioni sono riuscita a trovare vene in pazienti in cui altri medici avevano fallito! #pride (per poi sbagliare in pazienti facilissimi ma vabbè! :P)

Ho lavorato il mio primo week-end.. qui come F1 non facciamo le notti ma abbiamo un turno molto stancante in cui lavoriamo orari normali dal lunedì al giovedì, venerdì, sabato e domenica facciamo fino alle 8.30 di sera e dal lunedì al giovedì seguente lavoriamo dalle 12.30 alle 24… il che vuol dire 11 giorni di fila senza un break.. (poi il venerdì è OFF).. faticosissimo ma anche molto molto bello! Io credo di essere stata piuttosto fortunata perché sono stati giorni non troppo impegnati.. ma a questo ha contribuito anche l’essere organizzata (evviva i medici con OCD). Dal venerdì al giovedì infatti ci dobbiamo occupare dei vari lavoretti di reparto, pazienti in reparto che stanno male e pazienti mandati in ospedale dai medici di famiglia. Infatti se un paziente va da un MMG o ad una guardia medica e questo pensa che sia serio chiama in ospedale e parla direttamente con l’F1 on-call.. noi decidiamo se accettare il referral o meno (non ho ancora osato dire di no), quindi quando il pz arriva in pronto soccorso dobbiamo visitarlo e fare gli esami che secondo noi sono necessari, per poi farlo vedere da un senior. Ovviamente all’inizio era molto spaventoso, adesso comincio ad essere più a mio agio e so che sono i turni in cui imparo decisamente di più.
(Da domani sono on-call durante la mattinata, e posso dire che un po’ d’ansia c’è ancora).

Ovviamente ho anche fatto un paio di errori per cui sono stata un po’ “sgridata” da due primari, ma non era niente di grave fortunatamente.

Invece nel mio reparto va bene, il mio consultant mi piace molto mentre il registrar un po’ di meno. Vabbé. Purtroppo sono tutti pazienti molto simili e dopo un po’ diventa ripetitivo, ma sono molto impegnata e non ho tempo di pensarci troppo! :)
Non riesco quasi mai ad andare a casa in orario.. dipende dalle giornate ma di solito faccio tra mezz’ora e un’ora di straordinari.. E con l’arrivo dell’autunno e dell’inverno sarà solo peggio. Devo ancora imparare ad organizzarmi al meglio e a valutare quali sono i lavori urgenti e quali invece possono aspettare qualcun altro.. anche se sono migliorata in questo!

Anche dal punto di vista teorico comunque va bene, riesco a ricordare diverse cose che pensavo andate completamente, e la maggior parte delle persone con cui lavoro sembra pensare che in Italia ci insegnano piuttosto bene.. io sono convinta che una volta che recuperiamo dal punto di vista pratico diamo loro le paste! Però ci sono alcuni argomenti sui cui crollo, e i protocolli pratici di gestione di varie situazioni ovviamente mi sfuggono totalmente.

Mi sono invece scontrata con alcuni dei medici F2 che sono secondo me completamente incompetenti e, soprattutto, mi hanno piantata da sola in situazioni in cui avevo decisamente bisogno di una mano. Tempo fa c’era un paziente che stava piuttosto male ed era stato chiamato un F2, io sono arrivata (per caso) dopo. Il paziente è sotto la cura sia del team dell’F2 che del mio team. Questo qui l’ha visto, ha scritto due stronzate (sotto mia richiesta.. praticamente gli ho detto io quale doveva essere il piano d’azione….. BAH) e se n’è andato. Secondo me il paziente ancora stava male ed io non ero soddisfatta, mentre l’F2 era sparito.. quindi ci ho perso più di 2 ore, da sola. Insomma, mi sono arrabbiata e gliel’ho detto, perché non mi è sembrata una cosa corretta né verso di me né soprattutto per il paziente!

Abbiamo ricevuto il secondo stipendio (gioia!!!) e finalmente mi ci sono comprata il mio primo vero Smartphone.. chi mi conosce sa che aspettavo di lavorare per comprarlo, e la soddisfazione è davvero grande! (Lo shopping ha tutto un altro significato ora che i soldi spesi sono i miei guadagnati duramente!)

Dal punto di vista sociale diciamo che potrebbe andare meglio.. quasi tutti miei colleghi F1 sono maschi più piccoli di me di un paio d’anni, e il livello di maturità è diverso e un po’ lo sento. Le persone con cui mi trovo meglio non abitano on-site e quindi ci vediamo di meno (complice il fatto che io sono rilegata in un reparto completamente isolato). Però poco male, comunque sto conoscendo tante persone e sono tutti veramente gentili.

Ho cominciato a chiamare alcuni pazienti “dear”!!!!!!!!!!!! NOOOO! Mi stanno trasformando in English! Dramma! In realtà ci chiamo solo le vecchine che mi piacciono e soprattutto quando magari non riesco a mettere una cannula al primo colpo… però è un po’ preoccupante lo stesso!

Con l’inglese molto bene, ho ricominciato a sognare e pensare in inglese, quando qualcuno prova a parlarmi in Italiano e siamo immersi in un ambiente inglese faccio molta fatica a rispondere in italiano.. tutte cose a cui comunque ero già abituata dagli Stati Uniti. Purtroppo ho ancora un orribile accento, ma non eccessivo, le persone capiscono che non sono inglese -ovviamente- ma non riescono a decidere da dove vengo.. spero che con il tempo se ne vada, fin’ora credo che si sia attenuato, ma è ancora presto.

Non vedo l’ora di tornare in Italia (solo 3 settimane!!!) e rivedere famiglia ed amici!! E rilassarmi per una settimana!

Il tempo per ora mi piace, oggi è stata una giornata autunnale freschina (comunque si stava bene con un maglioncino) e c’è stato il sole TUTTO IL GIORNO! nel viaggio in treno da Londra si attraversa la campagna dell’Heart of England ed era uno spettacolo incredibile, tutte le colline verdi e morbide.. mi piace tantissimo.

Spero di riuscire a scrivere presto!! Fatemi sapere se volete che vi racconti qualcosa di particolare!
Un bacione a tutti <3

4 thoughts on “Happy

  1. ciao! finalmente hai pubblicato un nuovo post! ero curiosa di sapere come procedono le cose… E’ la prima volta che scrivo.
    sto seriamente pensando di seguire il tuo esempio… mi laureo a marzo, e saro’ abilitata per luglio. ormai e’ tardi per l’f1 anche perche non ho fatto lo ielts. ho solo un b2 e anche vecchio.
    se ti va posso chiederti come funziona per accedere in f2, e magari fare un periodo di lavoro o tirocinio prima per ambientarsi…cosa serve per entrare in f2?… ho dei dubbi, e dato che sei la e sai come funziona vorrei chiederti…
    ti lascio il mio contatto
    scrivimi!
    eraclitoss@libero.it

    • Ciao Valentina!
      :) grazie per il commento!
      Ti rispondo qui perche’ e’ un argomento interessante per tutti, e sicuramente una delle domande che piu’ mi vengono fatte (prima o poi arrivera’ anche una pagina con le FAQ).
      Allora, per accedere all’F2 direttamente devi cercare dei posti F2 stand-alone che siano un posto LAT (quini training). Ci sono anche degli F2 come LAS (non training), ovviamente se non si trova altro vanno bene ma poi proseguire e’ piu’ semplice se almeno un anno si fa nel training.. La maggior parte dei posti come F2 si trovano nel mese di Luglio/Agosto, adesso se ne trovano davvero pochini..
      Pero’ se sei interessata ad un posto F2 ti consiglio VIVAMENTE di fare tanta esperienza prima di venire qui. Esperienza in UK per capire come funziona il sistema ma soprattutto esperienza in Italia con guardie mediche e sostituzioni e qualsiasi cosa tu possa trovare… le responsabilita’ di un F1 sono veramente pochine e comunque si e’ sempre protetti da un senior.. un F2 invece deve essere ingrado di cavarsela da solo in diverse situazioni che noi spesso appena usciti dall’Universita’ non sappiamo nemmeno come affrontare.. Quindi bisogna avere le capacita’ necessarie e la self-confidence di sapere di essere in grado.. senno’ diventa davvero complicato e si rischia di diventare un peso per il team. Ovviamente se qualcun altro ha altri consigli e’ piu’ che benvenuto di scriverli! :)
      A presto,
      Federica

      • Grazie per la risposta!
        Nasce un’altra domanda… ho letto nel web pareri discordanti sulla possibilità o meno di partire ugualmente con l’FP1 anche se si è gia in possesso dell’abilitazione italiana…
        Qual’è la verità??
        E ultima domanda: mi pare di aver capito che per iniziare dall’FP1 bisogna fare anche un test nazionale che valuta le conoscenze mediche. E’ così? Di cosa si tratta?… o sono sufficienti i vari documenti e il curriculum?
        Grazie di nuovo!

      • Ciao Valentina,
        riguardo alla prima domanda, se uno è in possesso dell’abilitazione italiana non può prendere la provisional registration del GMC quindi sarebbe impossibile fare il F1 (che si può fare solo con la provisional registration). Se poi qualcuno decide di non dichiarare di essere abilitato e quindi chiedere cmq la provisional non si sa bene se il GMC possa scoprire la verità né quali possano essere le conseguenze.. quindi sta un po’ alla coscienza di ciascuno.
        Per quanto riguarda la seconda domanda, ho scritto dettagliatamente tutto il processo per entrare nel Foundation tramite National Recruitment, ti consiglio di leggere i post (a partire da questo https://nellaterradeicanguri.wordpress.com/2012/05/22/nuove-frontiere/) e soprattutto l’Applicant’s Handbook, che spiega esattamente il percorso per applicare. L’ultimo uscito è quello del 2014 e lo trovi qui: http://www.foundationprogramme.nhs.uk/pages/home

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...