Obiettivo Regno Unito: specializzazione in Inghilterra


10 commenti >

Ciao a tutti!

Le mie esperienze in medicina continuano ad entusiasmarmi sempre, ora è tardi ed ho poche energie per raccontare più di tanto, ma vorrei scrivere un post decente durante il fine settimana.

Nel frattempo la data in cui vengono valutati i nostri curriculum come F1 per vedere se possiamo “passare” ad F2 si avvicina, è ad un mese esatto. Il processo si chiama ARCP (Annual Review of Competence Progression) ed avviene a livello locale con il responsabile del Foundation Programme ed almeno altre due persone che costituiscono un Panel ed analizzano l’ePortfolio di ogni F1 per decidere se ha fatto tutto il necessario per poter proseguire.

Ad essere sincera so di aver tirato in ballo questo ePortfolio diverse volte (in quanto fonte di stress) ma non sono sicura di aver spiegato cosa sia. Praticamente è una risorsa online che permette di tracciare il percorso di un medico. Ad ogni medico nel foundation programme viene fornito un account e qui sono registrati avvenimenti importanti. Per esempio ogni nuova rotation bisogna incontrare il Clinical Supervisor (di solito il consultant per il quale lavoriamo) ed l’Educational Supervisor (il medico responsabile dell’aspetto più educativo, quindi teaching, research ecc. Da noi sono un’unica persona quindi facciamo un solo incontro comune) per dare un occhio al nostro porfolio fino a quel punto e discutere di che cosa ci aspettiamo dal posto, se abbiamo problemi particolari, se sappiamo a chi rivolgerci per qualsiasi dubbio clinico o personale, ecc. Quello che viene detto durante l’incontro viene registrato dal Consultant mediante una/due Forms che rimangono nell’ePortfolio come prova. La stessa cosa succede alla fine della rotation, dove le cose sono più interessanti perché viene fatto un feedback diretto dal consultant su come abbiamo svolto il nostro lavoro.

Oltre a questi incontri più formali però l’ePortfolio è anche utilizzato per tracciare la progressione di un junior doctor. E’ nostro compito/responsabilità aggiungere form di riflessione (reflections) su eventi interessanti o cose che abbiamo sbagliato o fatto bene, ecc. Inoltre per ogni rotation abbiamo un certo numero di cose pratiche che dobbiamo far valutare dai senior. Queste si chiamano SLE (Supervised Learning Events) e sono diverse:

  • Direct Observation of Procedural Skills (DOPS) per procedure pratiche, come EGA, cateteri, rachicentesi, cateteri venosi centrali, aspirazioni di versamenti pleurici/ascite, drenaggi, cardioversione, ecc ecc
  • Mini-Clinical Evaluation Exercise for learning (mini-CEX) in cui un senior guarda come si interagisce con il paziente ad esempio nel prendere la storia, fare l’esame obiettivo, fare un piano di trattamento, chi più ne ha più ne metta
  • Case-Based Discussion (CBD) in cui si discute con un senior di aspetti vari della cura di un paziente (qui si possono mettere le cose più varie, può essere la valutazione iniziale in un nuovo paziente, l’aver riconosciuto un paziente con una complicanza, aver richiesto gli esami corretti per investigare un sospetto, ecc ecc)
  • Developing the Clinical Teacher in cui il senior valuta come il junior insegna ad altri (ad esempio durante la presentazione di un audit oppure di un journal club o durante una case presentation)

Un’altra parte importante dell’ePortfolio sono le Core Procedures, una lista di 15 cose che bisogna per forza fare e farci firmare entro la fine dell’anno, qui a seguito l’elenco copiato ed incollato che non ho voglia di tradurlo tutto:

  • Venepuncture
  • IV Cannulation
  • Prepare and administer IV medication and injections and fluids
  • Arterial puncture in an adult
  • Blood culture (peripheral)
  • IV infusion including the prescription of fluids
  • IV infusion of blood and blood products
  • Injection of local anaesthetic to skin
  • Subcutaneous injection
  • Intramuscular injection
  • Perform and interpret an ECG
  • Perform and interpret peak flow
  • Urethral catheterisation (male)
  • Urethral catheterisation (female)
  • Airway care including simple adjuncts.

Un’altra valutazione è infine sul comportamento, ed è il Team Assessment of Behaviour (TAB). Questo comprende un minimo di persone, 10, facenti parte di diversi tipi di gruppi di lavoro (ad esempio almeno 2 medici, almeno 2 infermieri, almeno 2 di altre figure sanitarie tipo farmacisti, social services, occupational therapists o physiotherapists, almeno 2 figure non sanitarie, tipo segretarie ecc) e viene richiesto loro di valutare come siamo in grado di comunicare, lavorare in gruppo, ecc.

Tutte queste cose vengono compilate dalle persone scelte da noi. Ovvero, il mio registrar mi fa fare una cosa interessante, io gli chiedo se gli posso mandare un Ticket per una form sull’ePortfolio. A lui arriva un codice che gli permette di entrare nella mia form e di compilarla.

Ora che abbiamo coperto i fondamenti dell’ePortfolio praticamente devo solo aggiungere che è una pena. In alcune occasioni è molto, molto utile perché permette di ricevere feedback. Ad esempio dopo avere fatto il clerking di un paziente ed averlo presentato al Consultant, potergli mandare un ticket permette di sapere che cosa andava particolarmente bene e che cosa poteva essere migliorato (spesso questo confronto avviene comunque in reparto, ma nell’ePortfolio è più strutturato). La cosa negativa è che, essendo comunque una cosa che rimane e verrà valutata in futuro, tutti tendono a scrivere commenti positivi ed aiutare i Junior Doctors il più possibile. Ovviamente ciò è un bene, ma comporta che il feedback perda un po’ di autenticità.
In alcuni contesti sono i senior stessi a chiederti di mandare loro un Ticket (chi è così accorto viene sempre adorato da tutti), in altri basta chiedere loro se sono disponibili. Con i Chirurghi nel nostro ospedale è esperienza comune che sia davvero difficile farsi compilare le form, quindi bisogna chiedere, richiedere, ricordare ed assilare un po’. Questo ovviamente crea un po’ di stress perché per noi è obbligatorio avere un determinato numero di form compilate.

Quindi per ricollegarci al discorso di passare l’F1, in parte questo si basa sulle form compilate durante l’anno nel nostro ePortfolio, in parte su altri (pochi) parametri. Ci sono alcune cose obbligatorie a livello nazionale ed altre che invece ogni Foundation School rende obbligatorie. Più o meno penso che siano piuttosto simili.
Qui i requisiti per passare ad F2 sono:

  • Aver applicato ed ottenuto la Full Registration con il GMC (ed avere ottenuto una cosa chiamata il Certificate of Experience… un post in futuro su tutto questo processo, che ancora non l’ho completato)
  • Aver compilato una form sul Portfolio che riguarda incidents/complaints da dichiarare (risolti o sotto investigazione)
  • Aver completato il National Training Survey del GMC
  • Aver passato l’ARCP.

Per l’ARCP, il Panel valuta l’ePortfolio. Nella mia Foundation School i requisiti minimi sono:

  • Initial Meeting per ogni rotation
  • End of Placement Report del Clinical Supervisor per ogni rotation
  • End of Placement Report dell’Educational Supervisor per rotation 1 e 2
  • End of Year Report dell’Educational Supervisor per rotation 3
  • 2 Mini-CEX a rotation (totale minimo 6)
  • 2 CBD a rotation (totale minimo 6)
  • 2 DOPS a rotation (totale minimo 6)
  • 15 Core Procedures
  • minimo 10 Reflections
  • 1 TAB
  • Minimo 1 Developing the Clinical Teacher
  • Minimo 1 Audit
  • Avere il certificato ILS (Immediate Life Support)
  • Percentuale di presenza alle lezioni soddisfacente (circa o più del 70%)

Non sono sicura di essere stata chiara con queste spiegazioni, ma era da tanto che volevo parlare di questo incubo ricorrente dell’ePorfolio e finalmente ho trovato la motivazione. Ed è stato un incubo ricorrente anche per colpa delle persone con cui stavo lavorando. Adesso che sono in medicina ho trovato tantissimi Registrar (e pure dei consultant!) che si offrono loro di compilare un mio ticket e in un mese e poco più già avevo tutte le form minime per la rotation.

E con questo ho esaurito tutte  le mie energie! :)
Spero comunque di aver gettato un po’ di luce su questa parte così importante della vita di un medico in UK… e tutto ciò continua (tramite strumenti diversi e con requisiti differenti, ma utilizzando fondamentalmente lo stesso formato) durante tutta la formazione.

Vi saluto e spero di riscrivervi presto per aggiornarvi sul mio rinnovato entusiasmo per la medicina (e per raccontare quanto mi sono resa conto di avere imparato in questi 10 mesi!! Incredibile).
Un bacione!

Fede

Annunci


12 commenti

Tired but so happy!

E’ da un po’ che voglio aggiornare il blog ma non ho avuto modo.. anzi, nel week-end il tempo era talmente bello che me ne sono andata a leggere al parco, non avevo voglia di chiudermi in camera con il computer!

In reparto sta andando tutto benissimo. La prossima settimana sarà la mia ultima in Respiratory e poi comincio ad Ortogeriatria per una settimana e mezzo di shadowing ancora non pagato e poi come F1!! Sono emozionatissima!
Un punto negativo è l’orario.. mentre adesso faccio 9-17 (che poi la metà delle volte sono 17.30 e gli F1 rimangono anche più a lungo) in chirurgia sarà 7.30-16.. si comincia prima e si finisce prima, entrambi punti negativi! Devo trovarmi un’hobby perché già finendo alle 17 poi prima di cena non so che fare.. nei primi 8 mesi di F1 sono in specialità chirurgiche, se finisco alle 4 e non ho niente da fare dopo mi deprimo e basta. Opzioni: prendere un cane (ma dove sto ora non sono allowed e poi non saprei che farci nel week-end se vado a Londra), iscrivermi in palestra (ma sono tutte lontane, dovrei avere la macchina e ancora per qualche mese non penso di riuscire a prenderla. L’ideale sarebbe iscrivermi con un altro F1 ad Agosto.. intanto farò un giro di ricognizione per vedere quanto ci metto a piedi)…
Inoltre mi hanno detto che le chirurgie sono super-busy tra le 7.30 e le 10 e tra le 14 e le 16 ma per il resto del tempo è piuttosto noioso, non c’è molto da fare…

In queste settimane ho fatto tantissime cose, tra gli ultimi punti-abilità acquisiti ho:

-fatto referrals sia per fax che per telefono
-parlato con i parenti di un paziente
-convinto un signore a prendere un farmaco che non voleva prendere
-tolto un drenaggio toracico (ma non servivano le suture)
-fatto il giro visite con il Reg perché nessun altro Junior era in reparto… e me la sono cavata decisamente bene!
-presentato pazienti ai consultant
-visitato un paziente in pronto soccorso da sola
-sperimentato i turni “on-call” sia per coprire i reparti (turno two-to-twelve, ovvero dalle 2 a mezzanotte) sia per coprire le admission in pronto soccorso (turno nine-to-nine). Diciamo che non mi spaventano più come prima, purtroppo alcune cose ancora non sono in grado di farle, tipo essere certa che un Rx del bacino non abbia niente di rotto oppure prescrivere farmaci (non ne conosco ancora quasi nessuno)
-eseguito una pleurodesi con talco
-insegnato come si mette una cannula

Mi sento utile in reparto, faccio tantissime cose soprattutto durante il pomeriggio (ma durante il giro visite di mattina se saltano fuori necessità più urgenti sono in grado di fare pure quelle, di solito) ed ho proprio la sensazione di aiutare gli F1 a smaltire il lavoro. E’ bellissimo. Non c’è paragone con le sensazioni che mi dava stare in reparto in Italia, anche nel reparto che mi era piaciuto tanto, dove però non facevo davvero nulla di pratico… Arrivo a sera che sono stravolta (perché nelle descrizioni del lavoro del medico non inseriscono mai “capacità di stare in piedi 8 ore al giorno”??) ma sono estremamente soddisfatta delle mie giornate, sono felice!
Alle persone qui piace insegnare, e lo vedono come parte del lavoro, quindi si fermano volentieri a spiegarti qualcosa di interessante o a farti sentire un torace particolare.. Ho rivisto il ragazzo di ortopedia (che ho scoperto essere un SHO) e anche oggi mi ha presa e interrogata su un paziente a cui mi ha fatto ascultare il cuore. (‘Stavolta però ci ho azzeccato su quello che mi ha chiesto! Ero molto meno pesce fuor d’acqua, menomale!)

Poi ho scoperto come anche nel centro dell’Inghilterra può far caldo! E’ ufficialmente estate anche qui, ci sono 26-28 gradi (!!!) ed in camera fa un caldo pazzesco. Pure in reparto si muore! C’è un bellissimo sole e oggi non si è vista nemmeno una nuvola… bellissimo!

Dal punto di vista tecnico
Mi hanno convalidato la laurea!!!! Ho ufficialmente terminato le procedure per la Provisional Registration!!! Mi ha scritto il GMC di prenotare l’Identity Check ed ho appuntamento per giovedì!!! I’m super excited!
Nel frattempo ho prenotato l’appuntamento per ottenere il National Insurance Number ma me l’hanno spostato ed ora ce l’ho il 23… damn.
Ho qualche problema con gli Identity Checks per il lavoro… per offrirmi ufficialmente il lavoro devono fare questi controlli e per completarli hanno bisogno di una Proof of Address… mi hanno richiesto un Bank Statement (che io, avendo appena aperto il conto in banca, non posso avere fino al 27 di luglio) oppure la lettera in cui mi danno il National Insurance Number, che mi arriverà davvero tardi… mmmmh, speriamo!
Sono andata all’Occupational Health e mi hanno fatto un prelevato del sangue per controllare se ho bisogno di alcuni vaccini, poi dovrò fare il Mantoux.
Infine per il DBS (il nuovo CRB) avevano bisogno dell’Identity Checks da parte del datore di lavoro… dato che io ancora non ce l’ho la tizia che si occupa di ‘ste cose ha mandato la mia pratica senza aver completato quella sezione, mi faranno comunque questo documento ma per ultimarlo dovrò andare a lasciare le impronte digitali alla stazione di polizia! ahaha :D

Chiedo scusa se questo post è un po’ all over the place, ho scritto così di getto quello che mi ha emozionata in questo periodo (e quello che mi sono ricordata…).
Mando un bacione a tutti,
ci sentiamo presto!


11 commenti

GMC Problems and Other News

Uuuufff, sono consapevole di essere rimasta piuttosto indietro nell’aggiornare il blog riguardo alle peripezie burocratiche… proverò qui a riassumere quello che ho fatto e sto facendo, e quello che ancora devo fare…

 

Allora, partiamo dalle questioni relative al GMC e alla maledetta Provisional Registration…
Allora, evidentemente il Diploma Supplement da solo non vale perché non dichiara bene il titolo conseguito e la data di laurea (lasciamo perdere l’inutilità di questo documento)… Fondamentalmente basta il certificato di laurea o diploma di laurea che rilasciano le Università.. Purtroppo non è così semplice: alcune università (la mia compresa) rilasciano tale documento con firma digitale stampata e non autografata (quindi la firma a penna della persona reale manca). Questo in Italia è accettato ma all’estero no. Quindi se anche la vostra uni rilascia documenti del genere è necessario recarsi alla giusta segreteria e far firmare e timbrare il documento.
Ed è qui che mi sono inceppata, non sapendo di questa cosa (l’Università si è ben guardata dal dirmelo, dato che erano talmente orgogliosi di avere l’inutile Supplement).

Inoltre oso dire che il GMC è davvero un terno al lotto.. i funzionari sono tutti diversi e ciascuno ha le sue fisse. Il mio ad un certo punto si era convinto che avessi fatto l’università in meno di 6 anni e mi ha richiesto la Compliancy Letter del Ministero (come scriveva nei commenti Federica e come anche diverse altre persone mi hanno scritto). Chiarito il problema, cioè il fatto che non aveva letto bene lui dato che io sono stata iscritta alla facoltà di Medicina per 6 anni e mezzo, ha fatto marcia indietro.
Tuttavia nel frattempo ho tentato di capire come funzionasse questa compliancy letter o documento del Ministero che validasse la nostra qualification.
Questa è una questione piuttosto interessante a cui, vi dico già ora, non so dare una risposta.
Come scrissi tempo fa, a Carlo fu richiesta una roba simile ma perché lui si era laureato nel 2009 ed il titolo rilasciato dalla laurea era diverso da quello che figurava al GMC. Quindi ha presentato una form al Ministero per ottenere una sorta di certificato che dichiara (da quello che ho capito) che il titolo conseguito è quello di medico riconosciuto in Italia e all’estero.
Vi allego qui sotto il modello G1, che serve per la domanda per l’Attestato di conformità alle direttive comunitarie e l’allegato necessario.

modello G1 attestato di conformità

allegato G1

Non sono sicura che questo iter sia lo stesso da seguire per un problema di durata del CdL (né che il documento richiesto sia l’attestato di conformità), ma allego qui la domanda lo stesso.. magari partendo da questo chiunque sia interessato può contattare il Ministero (sembra che se ne occupi l’ufficio delle Risorse Umane e delle Professioni Sanitarie)e chiedere se ne serve un altro..
Se qualcuno riesce a capire come si fa a risolvere questo problema della laurea in meno di 6 anni ed avesse voglia di scriverlo farebbe un favore ad un sacco di persone, quindi vi invito a commentare oppure a mandarmi una mail così che io possa pubblicare la vostra esperienza o le vostre informazioni come Guest Post.

Mi è stato chiesto ben due volte se ho l’abilitazione e/o sto studiando per ottenerla… non so se fanno controlli su questo punto, ma la domanda mi è stata fatta proprio anche sulla possibilità che io mi stia abilitando adesso.

Consiglio spassionato: per qualsiasi problema chiamate l’ufficio e parlate direttamente con qualcuno. E’ molto più semplice e diretto che scrivere una mail e dover aspettare in media quattro giorni per la risposta!!

Se vi vengono richiesti documenti addizionali è probabile che possiate scannerizzarli ed inviarli via mail, molto più comodo che doverli inviare per posta, quindi chiedete pure a chi si occupa della vostra pratica oppure telefonando.

Infine, come F mi ha fatto notare, quando si invia qualcosa al GMC è sempre necessario mandare sia l’originale che la copia in Inglese (con traduzione giurata o fatta direttamente dagli interessati tipo l’Università, se ve la fanno)!

Mi sembra che su questo fronte ho scritto quello che dovevo dire… la cosa è lunga e frustrante, e non si sa mai quali problemi possono saltare fuori quando sembra che vada tutto bene. A questo punto, come scrivevo prima, dubito che sia possibile avere la provisional registration nell’arco di meno di un mese. Mi sembra piuttosto difficile… :(

 

Per quanto riguarda i contatti con il Trust direttamente…
Mi è stato chiesto di firmare una Offer Letter e inviargliela per posta, insieme ad alcune informazioni sul mio good standing (fondamentalmente) ed altre informazioni sanitarie, tipo vaccini e malattie infettive.
Sospetto che dovrò fare presto un salto dall’Occupational Health Office perché alcuni vaccini mi mancano ed alcuni test sierologici… d’altronde la mia Università non mi ha fatto fare nessuno dei controlli per le malattie infettive per cui ho soltanto dei risultati delle analisi del sangue fatte prima di una donazione… insomma, non credo che le poche informazioni bastino.

Devo compilare una DBS Form (Disclosure and Barring Service) che dall’Italia non potevo fare in quanto si richiede un indirizzo nell’UK.. praticamente è una sorta di Criminal Records obbligatorio per certi contratti di lavoro.. a me l’hanno dato qui in ospedale.
Purtroppo per chi ha abitato per più di 3 mesi in un altro paese oltre quello di origine (negli ultimi 5 anni) si richiede di ottenere un certificato da tale nazione… Il che significa avere a che fare con la burocrazia Australiana….. noooooo! In pratica dovrò farmi un Criminal Records dall’Australia… (come complicare ulteriormente le cose)

Mi è stato poi richiesto di portare una serie di documenti (ad esempio passaporto, carta di identità, diploma di laurea tradotto, ecc) fisicamente ad un ufficio dell’ospedale, cosa che farò appena mi daranno appuntamento.

Mi sono iscritta ad un corso obbligatorio (ALERT Course – Acute Live-threatening Events, Recognition and Treatment) che si terrà a settembre qui in ospedale e che loro richiedono che sia stato fatto o durante Med School o durante il primo anno di Foundation.

 

Per la TOI Form ho impietosito una segreteria dell’Università, che all’inizio non voleva saperne di firmare ma alla fine ha capito l’innocuità della cosa ed ha ceduto. Io l’ho compilata in maniera molto veritiera, sono stata sincera sul fatto che probabilmente all’inizio avrò qualche problema ad applicare tutta la teoria alla pratica (dato che di pratica ne ho fatta veramente poca) ed in particolare con le prescrizioni di farmaci (ma credo che questo problema lo abbiano anche gli studenti inglesi).

Basta, mi sembra che questo sia quanto. Chiedo scusa se il post non è molto organizzato, ma sono step fatti durante vari mesi che avevo tralasciato..
Per qualsiasi informazione, come al solito… chiedete! :)
A presto,
Fede


33 commenti

Provisional Registration part 1

Da medici laureati in un’Università Italiana di Medicina e Chirurgia SENZA l’abilitazione si può applicare per la provisional registration con l’Ordine dei Medici Inglesi. Per fare questo serve (tutto ciò da mandarne le fotocopie per posta):

  • Documento di identità (passaporto)
  • Laurea (il Diploma Supplement dovrebbe andare più che bene)
  • Certificato di Good Standing da parte dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (un documento che certifica l’integrità ed onorabilità della persona). Dato che un neo-laureato non è mai stato iscritto all’ordine e dato che probabilmente non ha mai avuto un datore di lavoro (che può nel caso mandare delle referenze al posto del certificato di good standing), non viene richiesto niente. Mi hanno in realtà detto di non mandar niente per ora, al massimo dopo mi richiederanno una lettera da parte dell’Università in cui si dichiara la mia integrità ecc….. speriamo che non serva perché già prevedo gli scontri con l’UniFi su un documento del genere! :)
  • Esperienza Lavorativa degli ultimi 5 anni  (si può mettere Unemployed)
  • Fitness to practise (o questa S al posto della C dell’American Spelling… how it bugs me!) valutata tramite un questionario sì/no, very very easy.

Infine si paga la quota di iscrizione, che è di 90£.

Il GMC riceve la Application online e la processa, manda una mail all’applicante e gli dice quali documenti vuole avere. A quel punto uno si procura i documenti che non ha e fa le fotocopie e invia tutto al GMC per posta… loro provvederanno a valutare il tutto e decideranno se garantire o meno la Provisional Registration. Una volta che decidono di sì (si spera!!) si rimettono in contatto e fissano un appuntamento o a Londra o a Manchester, in cui l’applicante porta loro i documenti originali. (Possiamo scegliere noi il luogo e indicare una data preferita).

Quindi tra i documenti richiesti non ci sono cose particolarmente complicate.
Il mio primo grosso ostacolo per me è stata in realtà la mia Università. Ho richiesto il Diploma Supplement quasi un mese e mezzo fa, non mi hanno fatto sapere niente e solo ieri sono potuta andare (adesso vivo in un’altra città rispetto a dove ho studiato) ed era pronto! Meglio, però se mi avvisavano avrei evitato di perdere così tanto tempo (comunque a fine aprile ancora non c’era… dicono che ci voglia un mesetto per ottenerlo). Non so se in alternativa si può usare il certificato rilasciato dall’Università Italiana (molto più rapido ad arrivare) e fare la traduzione giurata.

Nel frattempo che uno aspetta i documenti può già avviare l’application on-line e completare tutto il resto.
Questo è il link alla guida per la provisional registration: http://www.gmc-uk.org/doctors/registration_applications/s15a_p1.asp
Arrivati alla fine si crea un account con il GMC e si fa il log-in. Nel proprio account si può creare una nuova application senza finalizzarla… vengono richiesti i dettagli della qualification (laurea e da quale Università), le esperienze lavorative negli utlimi 5 anni, il Good Standing (c’è il tastino per dirgli che non si è mai stati registrati con l’ordine dei medici). Si compila il questionario sì/no sulla fitness to practise e poco altro. Comunque questo passaggio non è niente di trascendentale, è veramente semplice!
Alla fine si esegue il pagamento e l’application è completata.

A questo punto si deve aspettare una mail dal GMC. Infatti chi si incarica della nostra application valuta tutte le informazioni e si metterà poi in contatto con noi per dirci quali documenti (copie!) inviare e dove. Io sono tutt’ora in questo limbo di attesa di informazioni (ci dovrebbero mettere meno di 5 giorni) perché non mi ero portata avanti preventivamente con l’iscrizione online prima di ricevere il Diploma Supplement.
In realtà la cosa migliore da fare se si sta aspettando un documento come il Supplement è applicare comunque e farsi mandare ‘sta lettera. Poi si hanno 3 mesi di tempo per far avere loro tutti i documenti via posta, quindi appena arriva il documento mancante lo si copia e si invia il tutto..

Appena arriva la mail con i documenti richiesti vi aggiornerò con “part 2”, intanto volevo pubblicare questo post che ho in giro da Novembre… :)
Se ci sono cose poco chiare scrivetemi pure! A presto!