Obiettivo Regno Unito: specializzazione in Inghilterra


6 commenti

Core Medical Training (CMT) – interview, la mia esperienza

Ed ecco il capitolo finale della saga “come si applica per il CMT”. Non ho molto altro da dire dato che ho spiegato gia’ quasi tutto (credo?). Posso pero’ farvi esempi delle domande che hanno fatto a me, cosi’ che vi possiate fare un’idea piu’ pratica.

Da notare che quando parlo di “Medicina” intendo: specialita’ mediche in generale.

 

Stazione 1

Parlami per un minuto della tua esperienza in Medicina.
Perche’ vuoi fare il CMT?
Cos’e’ la cosa che ti piace di meno di Medicina?
Che cosa hai imparato dal feedback formale che ti e’ stato dato? A questo scopo, pensi che l’ePortfolio sia utile?
Dove ti vedi tra 3 anni?

 

Stazione 2

Sei un CMT1 e ti chiamano in MAU (Medical Assessment Unit, una sorta di osservazione breve) perche’ un signore e’ collassato. Questo e’ un tipo di 62 anni che da anni frequenta la chest clinic. Come ti approcci alla situazione?
-quando chiedi piu’ informazioni ti dicono che stava avendo un nebuliser ed e’ collassato, adesso e’ apneico e l’infermiera sta facendo la ventilazione con ambu. Ha polso carotideo palpabile.
-chi chiami per aiuto?
-quale pensi sia la causa piu’ probabile?
-cosa puoi fare per avere piu’ informazioni sul paziente?
-quali investigations vuoi fare?

E qui una volta nominati bloods, ABG (EGA) e CXR tirano fuori un altro foglietto con i risultati.

WCC 15.2, CRP 167
CXR – NAD
pH 7.2
PaO2 19.8
PaCO2 20
BE +13
Bicarb 36
FiO2 100%

-interpreta i risultati
-di cosa pensi il paziente abbia bisogno a questo punto?

 

Station 3

Scenario presentato fuori dalla stanza: il tuo consultant ha comunicato delle cattive notizie ad i familiari di un paziente ed e’ poi scappato via di furia. Loro sono “upset” e vogliono piu’ informazioni, ma non da te perche’ “sembri troppo giovane”. Cosa fai?
Perche’ la famiglia potrebbe essere upset?
Queste situazioni possono condurre ad un complaint, cosa puoi fare per ridurre questa possibilita’?

Come affronti lo stress? (How do you handle stress)

Durante il giro visite ti rendi conto che il tuo registrar scrive in cartella “chest clear, heart sounds normal, abdo soft and non-tender” per pazienti stabili che stanno aspettando di essere mandati a casa, pur non avendoli esaminati. come ti comporti?

Quali sono le responsabilità di un junior doctor?

 

Madonna, piu’ ci penso e piu’ mi stresso, quindi finche’ non ho i risultati continuero’ a far finta di aver risposto bene alle varie domande. In realta’ almeno una non avevo capito che mi stavano chiedendo e ho perso punti sicuro, e sul caso clinico sono andata molto nel pallone. Alla fine dei conti ho fatto loro un’analisi dell’EGA che mi sono auto-sorpresa (allora ho imparato davvero qualcosa), ma in generale non ero molto confident. (diciamo anche solo che tra le diagnosi differenziali ho detto loro che magari era BPCO e il nebuliser gli era stato dato con l’ossigeno.. ahahah piu’ ci penso e piu’ mi viene da ridere per questa cosa assurda che ho tirato fuori!) Vabbe’, e’ andata! E il bello e’ che non ho idea davvero di quanto ci diranno i risultati!!

Mi raccomando, come al solito.. se avete domande scrivete senza problemi. Siete autorizzati a lamentarvi se non vi rispondo, ultimamente sono pessima con i tempi di risposta!

Un bacione a tutti,
Fede

Annunci


Lascia un commento

Core Medical Training (CMT) interview – preparazione fisica

Ciao a tutti!

Sorprendo me stessa con una serie di post programmati nell’arco di qualche giorno, e pubblico subito il secondo capitolo… la preparazione al colloquio per il CMT.

Ci tengo a precisare che tutto quello che sto scrivendo non e’ assolutamente da prendere come Bibbia, sono solo cose che mi sono state utili a me e ho pensato di condividere (lo stesso vale per il post precedente).

Prima cosa da specificare: l’interview per il CMT e’ in parte fortuna, in parte bravura e molta confidence e tantissima preparazione.

L’ufficio per il recruitment richiede varie cose dai candidati. In primis la compilazione di due folder essenziali, l’eligibility folder e l’evidence folder.

Vi lascio il link in cui l’ufficio descrive come compilare questi folder, e’ molto esaustivo e utile!
http://www.ct1recruitment.org.uk/the-interview/preparing-for-interview

Eligibility Folder

Quaderno ad anelli con dentro proof of identity, proof of address, qualification degree (e traduzione nel nostro caso), certificato del GMC, lettera per l’inglese o IELTS, certificato dell’ILS. Piu’ due fototessera. Compilare questa raccolta di documenti e’ semplice e non troppo stressante. Di tutto cio’ e’ richiesta fotocopia, che loro consigliano di mettere in un folder di cartoncino (ma in realta’ non serviva. grr). Loro terranno le fotocopie, una volta accertati gli originali, e riddanno indietro il resto.

Evidence Folder

Questo e’ tutta la propria vita medica pompata e messa su carta. Deve essere ordinato, presentato bene e pulito. Vogliono un Lever Arch Folder (uno di quei quadernoni con gli anelli ed il pezzettino di metallo per tenere i fogli chiusi bene) in cui bisogna dividere i documenti in varie sezioni.
Primo consiglio: i divisori per le sezioni comprateli A4+, ovvero con i numerini che si vedono anche tenendo le pagine precedenti chiuse. Almeno e’ piu’ facile da navigare.
Secondo consiglio: non e’ obbligatorio, ma includete l’indice e il CV. L’indice io l’ho messo subito dopo la loro pagina di riassunto obbligatoria, il CV l’ho messo nella prima sezione da solo.

Quello che va nelle sezioni successive e’ tutto quello che e’ stato nominato nell’application form. Avete detto di aver fatto 3 presentazioni? Benissimo, mettete le slide (stampate 6 slide a pagina), il feedback dei partecipanti, il feedback formale del senior. Tutto ovviamente dentro le bustine di plastica ad anello, due fogli (avanti e retro) per bustina.

Per il commitment to specialty io ci ho infilato dentro quello che mi veniva in mente. Oltre a cose evidenti anche per esempio email di complimenti mandatemi dai miei capi, oppure se avete complimenti fatti dai pazienti, ecc. Tutto fa brodo! Ovviamente non strafate, ma qualsiasi cosa che da’ un’impressione piu’ positiva di voi io la metterei! Qui io ho scritto un abstract della tesi e l’ho portata come allegato.
Ho anche stampato le cose dell’ePortfolio piu’ rilevanti (per esempio CBD, DOPS, reflection, ecc).

Per ogni singolo elemento presentato ho fatto una pagina introduttiva in cui spiegavo cos’era ed il mio ruolo qual era stato. Ad esempio per un’Audit ho scritto il titolo, lo scopo, quale guideline avevo utilizzato, cosa avevo fatto io (ovvero: pensato, organizzato, raccolto dati, creato un proforma per migliorare le cose), il piano per il futuro (re-audit in quanto tempo). A questo ho allegato le slide della presentazione e il proforma creato.
Oppure per un teaching ho scritto qual era l’argomento, a chi era rivolto il teaching, quale feedback ho avuto

Insomma, come potete immaginare compilare questo folder e’ veramente una cosa complicatissima. Io me l’ero lasciato da fare all’ultimo momento (errore!) e ci ho messo almeno 2 pomeriggi interi. Ed assicuratevi di avere una stampante e la cartuccia! ;)

Nel compilarlo pensate che gli interviewers (che sono consultant medici) vedono 40 e piu’ persone a giorno ed e’ compito nostro presentare le cose nel modo piu’ semplice possibile. Insomma, piu’ ovvio rendete tuto e meno rischiate che non si accorgano di qualcosa.
Io avevo messo ad ogni foglio che indicava la nuova sezione un indice di sezione in cui elencavo tutto quello contenuto all’interno. E sulla sinistra, nello spazio del quadernone che rimane altrimenti vuoto, ho aggiunto un mini-indice.

Vi allego un paio di foto del mio Portfolio, per rendere un’idea. Perdonate la qualita’ ma le faro’ con il cellulare che non ho voglia di tirar fuori la macchinetta! eheh

Example of Eligibility Folder     Evidence Folder, esempio interno     Evidence Folder Example

 

Qua sopra vedete il folder da fuori (e le etichette coperte :P), l’indice (con i numerini che spuntano dal margine destro delle pagine) e una delle pagine interne. Nell’ultima foto il mini-indice che vi dicevo. Ovviamente non metto le foto per dirvi che cosi’ e’ perfetto e in qualsiasi altra maniera non va bene (ancora non so nemmeno i punteggi del colloquio, tanto meno se sono passata!), giusto per dare un’idea di come puo’ sembrare una cosa finita.

Come potete immaginare compilare questo documento e’ un’attivita’ che richiede tempo e dedizione. Ma se fatta bene puo’ facilitare le cose molto! Suggerisco poi di farlo vedere a qualcuno prima dell’Interview, giusto per essere sicuri che vada bene.

Altre cose da ricordare:

  • Andare vestiti bene! Uomini: con giacca e cravatta. Barba o curata molto bene oppure zero
  • Ragazze: pantalone o gonna non cambia niente, basta sembrare professional. Io ho messo il vesito per la laurea, e mi sembrava di essere vestita in maniera adeguata per un colloquio di lavoro. Con un tacco basso, niente di stratosferico. E niente minigonne, ne’ scollature eccessive! C’era gente elegante come me e altri che sembravano usciti dal reparto, con cardigan e maglietta sotto.. ecco, anche no (almeno cosi’ hanno a me hanno consigliato tutti i consultant con cui ho parlato). Capelli in ordine.
  • Bisogna sembrare sicuri di se stessi.
  • Sempre guardare negli occhi tutti gli interviewers.
  • Mani appoggiate sopra il tavolo, gomiti non appoggiati.
  • Mai dare la mano se non viene offerta, solo se loro si muovono per primi si puo’ fare.

Sicuramente ci sono milioni di altre cose da dire ma… non mi vengono ora. Per qualsiasi domanda chiedete!

Un saluto a tutti, e a domani con la prossima puntata: l’interview!
Fede


11 commenti

Core Medical Training (CMT) application

Ciao a tutti!

Ebbene si’, sono ancora viva! E torno alla riscossa con un nuovo (spero utile) post, sulla domanda per un posto nei primi due anni del training in medicina.

Ancora una volta, non ho intenzione di spiegare qui come funziona il sistema in maniera dettagliata, una ricerca su google vi dara’ tantissime risposte il quanto piu’ complete possibile. Invece voglio raccontarvi com’e’ stato per me intraprendere il passo successivo al Foundation Programme.

Come saprete (forse.. se non lo sapete mi rimetto ai link che ho pubblicato in passato su come funziona il sistema.. mi pare che siano anche nella colonna sulla destra qui accanto) durante il secondo anno del Foundation Programme bisogna scegliere verso cosa indirizzarsi. Nel post scorso ho parlato delle varie opzioni e cosa comprendeva l’inizio del processo per fare domanda… Una delle cose piu’ complicate da fare penso che sia spiegare come si fa domanda per Medicina.

Intanto voglio chiarificare che sto parlando del CMT e non dello specialty training (ST), quindi comunque si parla di due anni generali a girare per vari reparti.
Questo il sito-bibbia per chi vuole informarsi su come e’ stato quest’anno.. ci sono davvero tantissime informazioni su come compilare la domanda, prepararsi, come funziona la selezione, ecc.
http://www.ct1recruitment.org.uk/

La seconda parte dell’application online e’ quella che richiede MOLTA preparazione e dedizione. Le sezioni che ho nominato a Novembre erano identiche per tutte le specialita’, quello di cui parlo oggi invece e’ specifico per l’application al CMT. Scrivero’ a breve un post sull’application per General Practice, ma ho anche informazioni piu’ specifiche per CST e ACCS se aveste interesse.

Per il Core Medical Training completare in modo completo ed attento l’application form e’ fondamentale. Infatti il punteggio aggiudicato a tutti gli achievements e’ dato qui. Il che vuol dire che ogni cosa fatta dopo non conta in quanto a punteggio. Faccio un esempio: aver partecipato ad un Audit vale 2 punti, averlo presentato ne vale 4. Se la presentazione e’ dopo la chiusura dell’application.. punti persi. Comunque si puo’ mettere nel portfolio e forse conta in quanto “Committment to specialty” ma non possono aumentare i punti relativi agli Audit. Il che un po’ sucks perche’ concede 2 mesi in meno per lucidare il proprio portfolio (l’application chiude a inizio Dicembre, le Interview sono a fine Gennaio).

A fare punteggio ci sono varie sezioni considerate:

  • Additional Undergraduate Degrees and Qualifications
  • Postgraduate degrees and qualifications
  • additional achievements
  • Presentations/posters
  • Publications
  • Teaching experience
  • Clinical audit and quality improvement

Dettagli si trovano in questo link: http://www.ct1recruitment.org.uk/the-application-form/application-scoring.html
Per ognuna delle categorie qua sopra bisogna dichiarare quello che noi riteniamo. La verita’ delle dichiarazioni non e’ confermata fino ai colloqui, ma se ti beccano che hai detto il falso sono casini. Ovviamente bisogna anche bilanciare il non dichiarare troppo poco e far contare tutto.
Per ogni categoria inoltre bisogna spiegare brevemente le esperienze avute.

Finally poi il grande capitolo del “commitment to specialty”. Ovvero: cosa hai fatto per dimostrare il tuo interesse in questa specialita’. Bisogna fare qui un discorsetto di 450 parole massimo di pappardelle tremende ed auto-celebrazione. Ci sono poi altre 150 parole disponibili per spiegare gli achievements al di fuori della medicina (per esempio sport oppure volontariato) che possano supportare l’application.

Direi senza ombra di dubbio che queste due parti (Scoring e Commitment to Specialty) sono quelle piu’ time-consuming in assoluto dell’application form. Aspettatevi di metterci diverso tempo. Se scrivete il vostro discorsetto per il Commitment to Specialty, portatelo ad un Consultant di Medicina (che preferibilmente fa le Interview per la vostra deanery) per farvelo correggere. Se avete dubbi, chiedete sempre a questo consultant.

Le stesse informazioni piu’ o meno sono chieste anche per la maggior parte delle specialita’, in alcune si aggiunge la ricerca, che qui invece manca completamente… in altre invece c’e’ molto meno..

Se si volesse partire dall’Italia vi renderete conto da soli quanto sia difficile: per loro questo processo e’ un esercizio a crocette. Piu’ le cose sono conformi al loro sistema e piu’ e’ facile per gli Interviewer in 5 minuti capire che cosa hai fatto veramente. (poi ricordiamoci che gli inglesi ad elasticita’ mentale non sono messi benissimo).
Se siete a fare un periodo di observership o clinical attatchment il mio consiglio e’: chiedete al piu’ presto al vostro Clinical Supervisor se ha un Audit in cui potete dare una mano. Se vi dice di no, chiedete al Registrar. Se ancora no, andate all’Audit Department e sentite se hanno cose avviate di priorita’. I progetti migliori sono quelli che porteranno ad un effettivo cambiamento della pratica clinica e della patient safety.. ma alla fine tutto fa punteggio!

Tra inizio Dicembre (momento di scadenza dell’Application Form) e Gennaio succede poco in quanto a Recruitment. Si viene notificati del punteggio fatto (ma gia’ ve lo siete calcolati da soli) e se va tutto bene siete invitati ad un colloqui, anche detto Interview. Quest’anno ci hanno fatto esprimere 4 preferenze durante l’application, queste sono le zone in cui, se mi offrono lavoro, potro’ andare a lavorare. E, a seconda della graduatoria, anche l’interview viene organizzata secondo queste preferenze.

Ogni deanery ha un suo periodo in cui si tengono le interview, per il CMT sono quasi tutte a fine gennaio. Per il Core Surgical Training sono nazionali a Londra il 4 Febbraio, per l’ACCS (Emergenze/Anestesia) sono a fine febbraio.. insomma, tempistiche molto diverse! Sul sito del Core Training Recruitment specifico per la deanery ci dovrebbe essere scritto quando si tengono le interview. A me hanno comunicato che potevo fare l’interview il 9 gennaio, ed il colloqui l’ho fatto ieri.. insomma, se aspettate la comunicazione ufficiale non lascia tantissimo preavviso!

Mentre si aspetta il colloquio, e’ importantissimo prepararsi a dovere. Infatti paradossalmente medicina non e’ competitivissima (altre specialita’ sono molto peggio), ma in alcune cose rompono davvero tantissimo e sembra che debbano selezionare il prossimo team di salvataggio della specie umana!

Ora giusto per cambiare un po’ faro’ un post separato sull’interview e su come prepararsi a questa!

Baci a tutti!
Fede

Edit aggiunto 30/01/15
PS: Fare l’application e l’interview non richiede il pagamento di alcuna cifra. Anzi, volendo si può richiedere il rimborso spese


4 commenti

La carenza dei carciofi ed altri affari

Avviso: questo post è veramente a caso, qualche pensiero per passare un po’ di tempo prima di mettere a posto casa.

Possibile che un F1 sia una delle persone che più mi stanno simpatiche al di fuori dell’ambito lavorativo e contemporaneamente quando mi trovo a dover lavorare con lui mi sento sempre giudicata e ho crisi d’ansia per delle cavolate successe con i suoi pazienti? Ad esempio, lo scorso on-call ho riscritto un terzo di pagina nelle notes di una paziente TRE volte, dico TRE, perché sapevo che lui il giorno dopo avrebbe letto quello che avevo scritto. Durante un on-call. Alle 11 di sera, con ancora un paio di pazienti da vedere. (Le chiamavano priorità).
Invece trovo le sensazioni opposte molto più semplici da affrontare (ad esempio dei soggetti che non mi piacciono più di tanto nella vita di tutti i giorni come persone ma come medici mi ci trovo bene).

Comunque, ho comprato una macchina (usata). Con la guida a destra e tutto. L’ho individuata su internet (viva autotrader.co.uk), ho chiamato per sapere se erano aperti, sono andata dal concessionario. L’ho guardata, mi son fatta dire qualche dettaglio, l’ho guidata e l’ho presa. In meno di un’ora sarei potuta uscire di lì con la mia macchinina. Non l’ho portata a casa perché volevo fare con calma l’assicurazione e dovevo ancora organizzare il parcheggio. Sabato prossimo la passo a prendere, mi daranno tutti i documenti. Per il passaggio di proprietà praticamente il concessionario farà la richiesta, a me dà un foglietto con valore legale e tra un paio di settimane o qualcosa in più mi arriverà un cedolino con scritto che sono la nuova proprietaria. Così, semplicemente.

E finalmente sono riuscita ad organizzare le ferie anche per questa rotation! Avrei dovuto farlo ben prima ma tra una cosa e l’altra non ho mai avuto tempo, ora posso aspettare con ansia il momento in cui riuscirò a tornare in Italia e andare al mare.
Interessante come quando stavo a 15 minuti di tempo dal mare non m’importava per niente poterci andare e adesso sento quasi la necessità fisica di andare a rilassarmi in spiaggia. E prendere un po’ di sole. Io do la colpa alla vita lavorativa e alla carenza di Vitamina D, inevitabile in questo paese.

Dato che questo post è veramente sconnesso a questo punto posso anche parlare di una delle cose che più mi lascia perplessa dell’Inghilterra rurale. La TOTALE assenza di Carciofi. Premetto che i carciofi sono la mia verdura preferita. Ora, so che l’Italia è il primo paese produttore e non posso aspettarmi la stessa reperibilità qui, e so che non tanti altri paesi possono crescerli (di certo non in questa terra fredda e piovosa), ma abbiamo trovato il modo di far arrivare le banane in Norvegia, di certo far arrivare qualche carciofo a Sheep Town non è impossibile no?
Ho girato tutti i supermercati del paese e non ce n’è nemmeno l’ombra. Ora che ho la mia fedele macchinina mi lancerò alla scoperta dei supermercati di Manchester. Se qualcuno ha suggerimenti di dove li vendono, fatemi sapere!
E il bello è che li inglesi non sono consapevoli di cosa si perdono. Real conversation con un inglese e una gallese:
Fedeinfuga: “Una delle cose peggiori dell’Inghilterra è che qui non avete carciofi”
Gallese: “Carciofi??”
Inglese: “Ah sì, li ho sentiti nominare” (cercando su google immagini dei carciofi per vedere come sono fatti)

-.-
Sgomento più totale


11 commenti

GMC Problems and Other News

Uuuufff, sono consapevole di essere rimasta piuttosto indietro nell’aggiornare il blog riguardo alle peripezie burocratiche… proverò qui a riassumere quello che ho fatto e sto facendo, e quello che ancora devo fare…

 

Allora, partiamo dalle questioni relative al GMC e alla maledetta Provisional Registration…
Allora, evidentemente il Diploma Supplement da solo non vale perché non dichiara bene il titolo conseguito e la data di laurea (lasciamo perdere l’inutilità di questo documento)… Fondamentalmente basta il certificato di laurea o diploma di laurea che rilasciano le Università.. Purtroppo non è così semplice: alcune università (la mia compresa) rilasciano tale documento con firma digitale stampata e non autografata (quindi la firma a penna della persona reale manca). Questo in Italia è accettato ma all’estero no. Quindi se anche la vostra uni rilascia documenti del genere è necessario recarsi alla giusta segreteria e far firmare e timbrare il documento.
Ed è qui che mi sono inceppata, non sapendo di questa cosa (l’Università si è ben guardata dal dirmelo, dato che erano talmente orgogliosi di avere l’inutile Supplement).

Inoltre oso dire che il GMC è davvero un terno al lotto.. i funzionari sono tutti diversi e ciascuno ha le sue fisse. Il mio ad un certo punto si era convinto che avessi fatto l’università in meno di 6 anni e mi ha richiesto la Compliancy Letter del Ministero (come scriveva nei commenti Federica e come anche diverse altre persone mi hanno scritto). Chiarito il problema, cioè il fatto che non aveva letto bene lui dato che io sono stata iscritta alla facoltà di Medicina per 6 anni e mezzo, ha fatto marcia indietro.
Tuttavia nel frattempo ho tentato di capire come funzionasse questa compliancy letter o documento del Ministero che validasse la nostra qualification.
Questa è una questione piuttosto interessante a cui, vi dico già ora, non so dare una risposta.
Come scrissi tempo fa, a Carlo fu richiesta una roba simile ma perché lui si era laureato nel 2009 ed il titolo rilasciato dalla laurea era diverso da quello che figurava al GMC. Quindi ha presentato una form al Ministero per ottenere una sorta di certificato che dichiara (da quello che ho capito) che il titolo conseguito è quello di medico riconosciuto in Italia e all’estero.
Vi allego qui sotto il modello G1, che serve per la domanda per l’Attestato di conformità alle direttive comunitarie e l’allegato necessario.

modello G1 attestato di conformità

allegato G1

Non sono sicura che questo iter sia lo stesso da seguire per un problema di durata del CdL (né che il documento richiesto sia l’attestato di conformità), ma allego qui la domanda lo stesso.. magari partendo da questo chiunque sia interessato può contattare il Ministero (sembra che se ne occupi l’ufficio delle Risorse Umane e delle Professioni Sanitarie)e chiedere se ne serve un altro..
Se qualcuno riesce a capire come si fa a risolvere questo problema della laurea in meno di 6 anni ed avesse voglia di scriverlo farebbe un favore ad un sacco di persone, quindi vi invito a commentare oppure a mandarmi una mail così che io possa pubblicare la vostra esperienza o le vostre informazioni come Guest Post.

Mi è stato chiesto ben due volte se ho l’abilitazione e/o sto studiando per ottenerla… non so se fanno controlli su questo punto, ma la domanda mi è stata fatta proprio anche sulla possibilità che io mi stia abilitando adesso.

Consiglio spassionato: per qualsiasi problema chiamate l’ufficio e parlate direttamente con qualcuno. E’ molto più semplice e diretto che scrivere una mail e dover aspettare in media quattro giorni per la risposta!!

Se vi vengono richiesti documenti addizionali è probabile che possiate scannerizzarli ed inviarli via mail, molto più comodo che doverli inviare per posta, quindi chiedete pure a chi si occupa della vostra pratica oppure telefonando.

Infine, come F mi ha fatto notare, quando si invia qualcosa al GMC è sempre necessario mandare sia l’originale che la copia in Inglese (con traduzione giurata o fatta direttamente dagli interessati tipo l’Università, se ve la fanno)!

Mi sembra che su questo fronte ho scritto quello che dovevo dire… la cosa è lunga e frustrante, e non si sa mai quali problemi possono saltare fuori quando sembra che vada tutto bene. A questo punto, come scrivevo prima, dubito che sia possibile avere la provisional registration nell’arco di meno di un mese. Mi sembra piuttosto difficile… :(

 

Per quanto riguarda i contatti con il Trust direttamente…
Mi è stato chiesto di firmare una Offer Letter e inviargliela per posta, insieme ad alcune informazioni sul mio good standing (fondamentalmente) ed altre informazioni sanitarie, tipo vaccini e malattie infettive.
Sospetto che dovrò fare presto un salto dall’Occupational Health Office perché alcuni vaccini mi mancano ed alcuni test sierologici… d’altronde la mia Università non mi ha fatto fare nessuno dei controlli per le malattie infettive per cui ho soltanto dei risultati delle analisi del sangue fatte prima di una donazione… insomma, non credo che le poche informazioni bastino.

Devo compilare una DBS Form (Disclosure and Barring Service) che dall’Italia non potevo fare in quanto si richiede un indirizzo nell’UK.. praticamente è una sorta di Criminal Records obbligatorio per certi contratti di lavoro.. a me l’hanno dato qui in ospedale.
Purtroppo per chi ha abitato per più di 3 mesi in un altro paese oltre quello di origine (negli ultimi 5 anni) si richiede di ottenere un certificato da tale nazione… Il che significa avere a che fare con la burocrazia Australiana….. noooooo! In pratica dovrò farmi un Criminal Records dall’Australia… (come complicare ulteriormente le cose)

Mi è stato poi richiesto di portare una serie di documenti (ad esempio passaporto, carta di identità, diploma di laurea tradotto, ecc) fisicamente ad un ufficio dell’ospedale, cosa che farò appena mi daranno appuntamento.

Mi sono iscritta ad un corso obbligatorio (ALERT Course – Acute Live-threatening Events, Recognition and Treatment) che si terrà a settembre qui in ospedale e che loro richiedono che sia stato fatto o durante Med School o durante il primo anno di Foundation.

 

Per la TOI Form ho impietosito una segreteria dell’Università, che all’inizio non voleva saperne di firmare ma alla fine ha capito l’innocuità della cosa ed ha ceduto. Io l’ho compilata in maniera molto veritiera, sono stata sincera sul fatto che probabilmente all’inizio avrò qualche problema ad applicare tutta la teoria alla pratica (dato che di pratica ne ho fatta veramente poca) ed in particolare con le prescrizioni di farmaci (ma credo che questo problema lo abbiano anche gli studenti inglesi).

Basta, mi sembra che questo sia quanto. Chiedo scusa se il post non è molto organizzato, ma sono step fatti durante vari mesi che avevo tralasciato..
Per qualsiasi informazione, come al solito… chiedete! :)
A presto,
Fede


2 commenti

Punto e a capo

Calma. E pazienza.

Vi devo aggiornare brevemente, non posso lasciare tutte queste persone a credere che una marea di fortunelli italiani sono stati presi così facilmente al Foundation Programme… long story short: non siamo l’unica nazione che non riesce a gestire l’ingresso in specializzazione!

Come vi avevo accennato, l’SJT aveva un answer sheet di quelli rossi che, per dare le risposte, hanno le caselline da annerire a lapis. Ebbene, pare che in “un numero limitato” (a detta del FPAS) di test le risposte cancellate siano state contate e quindi, siccome due risposte per riga valevano zero, hanno sbagliato a dare i voti ad un sacco di gente! Non si sa bene quanti siano stati i test interessati, oggi è uscito 1250 (in una lettera pubblicata scritta dalla BMA) che non sono pochi.. sono quasi il 20% del totale!

Dato che si sono accorti di questo errore hanno guardato se c’era tanta gente che aveva avuto punteggi sbagliati per questo motivo, ed hanno deciso di RICONTROLLARE I PUNTEGGI DI TUTTI I TEST e rifare da capo il processo dell’Allocation. Ricontrollare, a mano. Più di 7000 test. In poco più di una settimana. Follia.
Ogni medical school controlla i test dei propri studenti. Immagino che i nostri li controllino all’Eligibility Office? Qualcuno ha mica chiesto all’UKFPO se ci ricontrollano anche a noi? (penso di sì, ma chissà… e non ho intenzione di mandare la mail.. ho troppe situazioni in ballo in questo momento per poterci mettere anche questo in mezzo)
Edit: hanno appena mandato una mail che anche i nostri test saranno ricontrollati dal MSC (Medical School’s Council).

Insomma: Liverpool no more!!

Ricomincia tutto da capo, l’attesa snervante di sapere il risultato e dove passerò i prossimi 2 anni della mia vita… solo che adesso, dopo tutta questa concitazione, ci rimarrò MALISSIMO se il mio punteggio risulta più basso (per una questione di curva) o comunque il mio piazzamento scende perché altra gente prende di più e non vengo più presa durante la primary allocation!!!! E so che questa è una possibilità, perché gli inglesi hanno in media punteggi più alti del mio!

Che stress.

Per lo meno l’essere italiani ci pone in una sorta di vantaggio: siamo talmente abituati ad uno stato di instabilità e precarietà riguardo al nostro futuro che siamo in grado di affrontare questa situazione con un minimo di sangue freddo… gli inglesi su twitter stanno sclerando tantissimo.. :D spettacolare.

Comunque, nuovo conto alla rovescia per l‘8 marzo alle 9 del mattino… ovvero le nostre 10.
Forza e coraggio a tutti voi che siete in questa situazione! Ci tocca solo aspettare.