Obiettivo Regno Unito: specializzazione in Inghilterra


21 commenti

F2!

Pare proprio che sia passato un intero anno da quando ho cominciato il Foundation Programme. A fine luglio ci hanno comunicato di averci dato la Full Registration con il GMC, ed ieri è stato l’ultimo turno da F1.
Fa un po’ strano. Sono stata affiancata all’F1 che ha preso il mio posto in Respiratory, con tutti i (comprensibili) timori di un nuovo medico neo-laureato. Tutte le paure condivise dalla gran parte di noi all’inizio di un lavoro clinico, esattamente le stesse che avevo pure io un anno fa. E averla lì mi ha fatto rendere conto quante cose io abbia imparato, e mi ha riempito di soddisfazione. Perché essere lontani da casa e dagli amici, non avere una rete di supporto, dover fare tutto da soli è difficile e a volte si perde di vista quello che si sta guadagnando. Ma la quantità di cose che ho fatto e che mi sono state insegnate mi rendono davvero felice e soddisfatta di essere venuta fino qui ed aver intrapreso questo percorso. Mi riesce difficile spiegare questa sensazione, ma mi sento particolarmente contenta. Sono sicura che quest’avventura mi ha permesso di riguadagnare tanto entusiasmo nella pratica medica e non penso che questo sia da poco.

L’ultimo turno da F1 è stato bittersweet. Da un lato il mio reparto era il più busy dell’ospedale e tutti noi medici eravamo in pieno burn-out. Sono decisamente contenta da un lato di aver concluso lì, è stato davvero tanto sfinente dal punto di vista fisico e mentale. Dall’altro lato però sono stati i mesi che più mi hanno messa alla prova e mi hanno fatto crescere (oddio, non che i primi 4 siano stati semplici ma qui le responsabilità erano MOLTE di più). I medici che ho incontrato sono persone fantastiche, che stimo davvero tantissimo e mi dispiace non vederli più. Il mio Registrar era eccezionale e sento che mi avrebbe potuto insegnare davvero tantissime altre cose, e così la mia SHO. E non mi hanno fatto mettere un drenaggio toracico, cosa che invece mi sarebbe piaciuta fare :D.
Ieri come ciliegina sulla torta sono anche stata chiamata ad un arresto cardiaco. Ovviamente sono andata nel panico e non sapevo cosa fare. ABCDE??? What would that be? Chi ne ha mai sentito parlare? -.- Eh vabbé.
Comunque tutto sommato è giusto che si vada avanti perché ultimamente le responsabilità da F1 cominciavano ad essere riduttive per quello che in realtà mi sentivo di fare. Quindi on to F2!!

Da oggi dunque: F2! Lavoro per i prossimi 4 mesi in Pronto Soccorso, e manco a dirlo sono terrorizzata. Il lavoro è così diverso da qualsiasi cosa io abbia fatto fin’ora che mi spaventa a morte e contemporaneamente mi stimola tantissimo. Cioè, le sensazioni sono simili a quelle dell’anno scorso, e pensare a quanto io abbia imparato in questo anno mi fa capire che da questi 4 mesi posso imparare tanto, e non vedo l’ora! Il primo turno ce l’ho venerdì pomeriggio, poi lavoro tutto il weekend. Sfortunatamente i turni di pronto soccorso sono da matti quindi avrò giorni liberi a caso sparsi per la settimana, di weekend penso ne avremo libero uno al mese circa.
E cominceremo a fare le notti!! Finalmente!

Inoltre tra due settimane e mezzo mi trasferisco in un quartiere super trendy di Manchester, in un bellissimo appartamento proprio davanti ad una palestra con campo da tennis dove ho già preso contatti per fare un corso. Ottime cose!

Insomma, grandi cambiamenti! Vi terrò aggiornati quanto riesco! So che ho DIVERSE email a cui rispondere… giuro che non me ne sono dimenticata ma è stato un periodo un po’ faticoso, perdonatemi. Spero di rimettermi in carreggiata presto.
Un salutone a tutti! Baci!

Annunci


4 commenti

La carenza dei carciofi ed altri affari

Avviso: questo post è veramente a caso, qualche pensiero per passare un po’ di tempo prima di mettere a posto casa.

Possibile che un F1 sia una delle persone che più mi stanno simpatiche al di fuori dell’ambito lavorativo e contemporaneamente quando mi trovo a dover lavorare con lui mi sento sempre giudicata e ho crisi d’ansia per delle cavolate successe con i suoi pazienti? Ad esempio, lo scorso on-call ho riscritto un terzo di pagina nelle notes di una paziente TRE volte, dico TRE, perché sapevo che lui il giorno dopo avrebbe letto quello che avevo scritto. Durante un on-call. Alle 11 di sera, con ancora un paio di pazienti da vedere. (Le chiamavano priorità).
Invece trovo le sensazioni opposte molto più semplici da affrontare (ad esempio dei soggetti che non mi piacciono più di tanto nella vita di tutti i giorni come persone ma come medici mi ci trovo bene).

Comunque, ho comprato una macchina (usata). Con la guida a destra e tutto. L’ho individuata su internet (viva autotrader.co.uk), ho chiamato per sapere se erano aperti, sono andata dal concessionario. L’ho guardata, mi son fatta dire qualche dettaglio, l’ho guidata e l’ho presa. In meno di un’ora sarei potuta uscire di lì con la mia macchinina. Non l’ho portata a casa perché volevo fare con calma l’assicurazione e dovevo ancora organizzare il parcheggio. Sabato prossimo la passo a prendere, mi daranno tutti i documenti. Per il passaggio di proprietà praticamente il concessionario farà la richiesta, a me dà un foglietto con valore legale e tra un paio di settimane o qualcosa in più mi arriverà un cedolino con scritto che sono la nuova proprietaria. Così, semplicemente.

E finalmente sono riuscita ad organizzare le ferie anche per questa rotation! Avrei dovuto farlo ben prima ma tra una cosa e l’altra non ho mai avuto tempo, ora posso aspettare con ansia il momento in cui riuscirò a tornare in Italia e andare al mare.
Interessante come quando stavo a 15 minuti di tempo dal mare non m’importava per niente poterci andare e adesso sento quasi la necessità fisica di andare a rilassarmi in spiaggia. E prendere un po’ di sole. Io do la colpa alla vita lavorativa e alla carenza di Vitamina D, inevitabile in questo paese.

Dato che questo post è veramente sconnesso a questo punto posso anche parlare di una delle cose che più mi lascia perplessa dell’Inghilterra rurale. La TOTALE assenza di Carciofi. Premetto che i carciofi sono la mia verdura preferita. Ora, so che l’Italia è il primo paese produttore e non posso aspettarmi la stessa reperibilità qui, e so che non tanti altri paesi possono crescerli (di certo non in questa terra fredda e piovosa), ma abbiamo trovato il modo di far arrivare le banane in Norvegia, di certo far arrivare qualche carciofo a Sheep Town non è impossibile no?
Ho girato tutti i supermercati del paese e non ce n’è nemmeno l’ombra. Ora che ho la mia fedele macchinina mi lancerò alla scoperta dei supermercati di Manchester. Se qualcuno ha suggerimenti di dove li vendono, fatemi sapere!
E il bello è che li inglesi non sono consapevoli di cosa si perdono. Real conversation con un inglese e una gallese:
Fedeinfuga: “Una delle cose peggiori dell’Inghilterra è che qui non avete carciofi”
Gallese: “Carciofi??”
Inglese: “Ah sì, li ho sentiti nominare” (cercando su google immagini dei carciofi per vedere come sono fatti)

-.-
Sgomento più totale


10 commenti >

Ciao a tutti!

Le mie esperienze in medicina continuano ad entusiasmarmi sempre, ora è tardi ed ho poche energie per raccontare più di tanto, ma vorrei scrivere un post decente durante il fine settimana.

Nel frattempo la data in cui vengono valutati i nostri curriculum come F1 per vedere se possiamo “passare” ad F2 si avvicina, è ad un mese esatto. Il processo si chiama ARCP (Annual Review of Competence Progression) ed avviene a livello locale con il responsabile del Foundation Programme ed almeno altre due persone che costituiscono un Panel ed analizzano l’ePortfolio di ogni F1 per decidere se ha fatto tutto il necessario per poter proseguire.

Ad essere sincera so di aver tirato in ballo questo ePortfolio diverse volte (in quanto fonte di stress) ma non sono sicura di aver spiegato cosa sia. Praticamente è una risorsa online che permette di tracciare il percorso di un medico. Ad ogni medico nel foundation programme viene fornito un account e qui sono registrati avvenimenti importanti. Per esempio ogni nuova rotation bisogna incontrare il Clinical Supervisor (di solito il consultant per il quale lavoriamo) ed l’Educational Supervisor (il medico responsabile dell’aspetto più educativo, quindi teaching, research ecc. Da noi sono un’unica persona quindi facciamo un solo incontro comune) per dare un occhio al nostro porfolio fino a quel punto e discutere di che cosa ci aspettiamo dal posto, se abbiamo problemi particolari, se sappiamo a chi rivolgerci per qualsiasi dubbio clinico o personale, ecc. Quello che viene detto durante l’incontro viene registrato dal Consultant mediante una/due Forms che rimangono nell’ePortfolio come prova. La stessa cosa succede alla fine della rotation, dove le cose sono più interessanti perché viene fatto un feedback diretto dal consultant su come abbiamo svolto il nostro lavoro.

Oltre a questi incontri più formali però l’ePortfolio è anche utilizzato per tracciare la progressione di un junior doctor. E’ nostro compito/responsabilità aggiungere form di riflessione (reflections) su eventi interessanti o cose che abbiamo sbagliato o fatto bene, ecc. Inoltre per ogni rotation abbiamo un certo numero di cose pratiche che dobbiamo far valutare dai senior. Queste si chiamano SLE (Supervised Learning Events) e sono diverse:

  • Direct Observation of Procedural Skills (DOPS) per procedure pratiche, come EGA, cateteri, rachicentesi, cateteri venosi centrali, aspirazioni di versamenti pleurici/ascite, drenaggi, cardioversione, ecc ecc
  • Mini-Clinical Evaluation Exercise for learning (mini-CEX) in cui un senior guarda come si interagisce con il paziente ad esempio nel prendere la storia, fare l’esame obiettivo, fare un piano di trattamento, chi più ne ha più ne metta
  • Case-Based Discussion (CBD) in cui si discute con un senior di aspetti vari della cura di un paziente (qui si possono mettere le cose più varie, può essere la valutazione iniziale in un nuovo paziente, l’aver riconosciuto un paziente con una complicanza, aver richiesto gli esami corretti per investigare un sospetto, ecc ecc)
  • Developing the Clinical Teacher in cui il senior valuta come il junior insegna ad altri (ad esempio durante la presentazione di un audit oppure di un journal club o durante una case presentation)

Un’altra parte importante dell’ePortfolio sono le Core Procedures, una lista di 15 cose che bisogna per forza fare e farci firmare entro la fine dell’anno, qui a seguito l’elenco copiato ed incollato che non ho voglia di tradurlo tutto:

  • Venepuncture
  • IV Cannulation
  • Prepare and administer IV medication and injections and fluids
  • Arterial puncture in an adult
  • Blood culture (peripheral)
  • IV infusion including the prescription of fluids
  • IV infusion of blood and blood products
  • Injection of local anaesthetic to skin
  • Subcutaneous injection
  • Intramuscular injection
  • Perform and interpret an ECG
  • Perform and interpret peak flow
  • Urethral catheterisation (male)
  • Urethral catheterisation (female)
  • Airway care including simple adjuncts.

Un’altra valutazione è infine sul comportamento, ed è il Team Assessment of Behaviour (TAB). Questo comprende un minimo di persone, 10, facenti parte di diversi tipi di gruppi di lavoro (ad esempio almeno 2 medici, almeno 2 infermieri, almeno 2 di altre figure sanitarie tipo farmacisti, social services, occupational therapists o physiotherapists, almeno 2 figure non sanitarie, tipo segretarie ecc) e viene richiesto loro di valutare come siamo in grado di comunicare, lavorare in gruppo, ecc.

Tutte queste cose vengono compilate dalle persone scelte da noi. Ovvero, il mio registrar mi fa fare una cosa interessante, io gli chiedo se gli posso mandare un Ticket per una form sull’ePortfolio. A lui arriva un codice che gli permette di entrare nella mia form e di compilarla.

Ora che abbiamo coperto i fondamenti dell’ePortfolio praticamente devo solo aggiungere che è una pena. In alcune occasioni è molto, molto utile perché permette di ricevere feedback. Ad esempio dopo avere fatto il clerking di un paziente ed averlo presentato al Consultant, potergli mandare un ticket permette di sapere che cosa andava particolarmente bene e che cosa poteva essere migliorato (spesso questo confronto avviene comunque in reparto, ma nell’ePortfolio è più strutturato). La cosa negativa è che, essendo comunque una cosa che rimane e verrà valutata in futuro, tutti tendono a scrivere commenti positivi ed aiutare i Junior Doctors il più possibile. Ovviamente ciò è un bene, ma comporta che il feedback perda un po’ di autenticità.
In alcuni contesti sono i senior stessi a chiederti di mandare loro un Ticket (chi è così accorto viene sempre adorato da tutti), in altri basta chiedere loro se sono disponibili. Con i Chirurghi nel nostro ospedale è esperienza comune che sia davvero difficile farsi compilare le form, quindi bisogna chiedere, richiedere, ricordare ed assilare un po’. Questo ovviamente crea un po’ di stress perché per noi è obbligatorio avere un determinato numero di form compilate.

Quindi per ricollegarci al discorso di passare l’F1, in parte questo si basa sulle form compilate durante l’anno nel nostro ePortfolio, in parte su altri (pochi) parametri. Ci sono alcune cose obbligatorie a livello nazionale ed altre che invece ogni Foundation School rende obbligatorie. Più o meno penso che siano piuttosto simili.
Qui i requisiti per passare ad F2 sono:

  • Aver applicato ed ottenuto la Full Registration con il GMC (ed avere ottenuto una cosa chiamata il Certificate of Experience… un post in futuro su tutto questo processo, che ancora non l’ho completato)
  • Aver compilato una form sul Portfolio che riguarda incidents/complaints da dichiarare (risolti o sotto investigazione)
  • Aver completato il National Training Survey del GMC
  • Aver passato l’ARCP.

Per l’ARCP, il Panel valuta l’ePortfolio. Nella mia Foundation School i requisiti minimi sono:

  • Initial Meeting per ogni rotation
  • End of Placement Report del Clinical Supervisor per ogni rotation
  • End of Placement Report dell’Educational Supervisor per rotation 1 e 2
  • End of Year Report dell’Educational Supervisor per rotation 3
  • 2 Mini-CEX a rotation (totale minimo 6)
  • 2 CBD a rotation (totale minimo 6)
  • 2 DOPS a rotation (totale minimo 6)
  • 15 Core Procedures
  • minimo 10 Reflections
  • 1 TAB
  • Minimo 1 Developing the Clinical Teacher
  • Minimo 1 Audit
  • Avere il certificato ILS (Immediate Life Support)
  • Percentuale di presenza alle lezioni soddisfacente (circa o più del 70%)

Non sono sicura di essere stata chiara con queste spiegazioni, ma era da tanto che volevo parlare di questo incubo ricorrente dell’ePorfolio e finalmente ho trovato la motivazione. Ed è stato un incubo ricorrente anche per colpa delle persone con cui stavo lavorando. Adesso che sono in medicina ho trovato tantissimi Registrar (e pure dei consultant!) che si offrono loro di compilare un mio ticket e in un mese e poco più già avevo tutte le form minime per la rotation.

E con questo ho esaurito tutte  le mie energie! :)
Spero comunque di aver gettato un po’ di luce su questa parte così importante della vita di un medico in UK… e tutto ciò continua (tramite strumenti diversi e con requisiti differenti, ma utilizzando fondamentalmente lo stesso formato) durante tutta la formazione.

Vi saluto e spero di riscrivervi presto per aggiornarvi sul mio rinnovato entusiasmo per la medicina (e per raccontare quanto mi sono resa conto di avere imparato in questi 10 mesi!! Incredibile).
Un bacione!

Fede


2 commenti

In love!!

I am in love with medicine, all over again!!!

Al punto che dopo un on’call di 11 ore in cui mi sono fermata esattamente 3 minuti per bene 3 bicchieri d’acqua, la prima cosa che faccio quando arrivo a casa è scrivere un post su quanto mi piaccia lavorare in medicina. Al punto che la mattina prima di suddetto turno di 11 ore sono talmente entusiasta che mi metto a studiare e leggere cose che il giorno prima avevo trovato difficili da capire. Al punto che mi diverto proprio ed anche se è faticosissimo mi piace.

Avevo dimenticato quanto sia bello quando mi insegnano cose nuove. Ad ogni occasione, chiunque.. che sia da quali scale usare per valutare un paziente con un’emorragia prossimale del tratto gastrointestinale a come togliere un drenaggio toracico, come comportarsi di fronte ad un caso davvero complicato, come interpretare un’ECG.

Una delle cose più belle che ho visto è stato l’Handover al cambio di turno del Reg. Il Medical Reg oncall in un ospedale piccolino come il nostro è la persona più importante dell’ospedale. Letteralmente. E quanto entra il nuovo reg si fa l’Handover. In una stanza, con tutto il team (compreso di Night Sisters, Medical Nurse Practicioner, F1, SHO, ecc) si parla di tutti i pazienti che stanno peggio (che sia in pronto soccorso o nei reparti), dei nuovi pazienti che sono stati visti ed hanno ancora bisogno di cose da fare e dei pazienti ancora da vedere. Il Reg del giorno lascia il testimone al Reg della notte, e così pure l’SHO… è davvero bellissimo, non c’ero mai andata prima (avendo solo fatto surgical oncall) e mi ha colpito tantissimo. Quando sia importante, e quanto stimo tutti i miei senior. In chirurgia non mi sono mai sentita così, ed è proprio entusiasmante lavorare così!

Insomma, pensavo che la medicina fosse noiosa. Mi ricredo in assoluto, per ora. I pazienti cambiano in continuazione (cosa che è un bene e un male), i casi sono interessanti, si fanno diverse cose pratiche e gli oncall sono davvero divertenti (anche se veramente stressanti e faticosi)!

Ora vado a mangiare, a presto più news! Baci


3 commenti

Changes!

Finalmente sono tornata in Medicina!!!

Domani ho il mio primo medical on-call e sono TERRORIZZATA (nemmeno non avessi alle spalle già 8 mesi di esperienza)!

In reparto i primi due giorni sono stati allucinanti, praticamente ero a fare il giro visite quasi da sola tranne che per i pazienti più sick e per quelli più stabili che invece potevano andare a casa (che io non posso dire di mandarli a casa, ci vuole un senior)… Insomma, tutto l’opposto da Chirurgia! Uno shock totale!
Poi ieri pomeriggio ed oggi invece c’era il mio nuovo Reg (Alistair anche detto Al) e mi sto già ri-innamorando della medicina…. teaching su ogni topic interessante, responsabilità, frenesia… mi era mancata! E le infermiere sono davvero più competenti.. Purtroppo però i pazienti stanno male sul serio, ed il mio reparto è quello in cui ci sono i più malati… -.-

Oggi la prima cosa che ho dovuto fare è stata prescrivere dell’aminofillina…. panico più totale, non avevo idea di come diamine si facesse ed il mio reg era già fuggito in terapia intensiva a tentare di mandarci il paziente. Momenti di puro panico, ma ho chiamato in mio soccorso la farmacista, l’infermiere e le guide linea del Trust e sono riuscita. :)
Durante il giro Al mi faceva domande sulla teoria (che mi sono già decisamente dimenticata) e in questi 3 giorni già mi sembra di aver imparato tantissimo!!

Per pranzo avevo un meeting di orientamento (assolutamente inutile). Subito dopo a fare un certificato di morte, e quando sono tornata in reparto Al mi ha fatto togliere un drenaggio toracico e mi ha piantata con una siringa di lidocaina, ago e filo a mettere due punti. Senza supervisione. Non ho smesso di sorridere per 10 minuti buoni.

Sono uscita 2 ore in ritardo per portarmi avanti con le lettere di dimissione per domani e perché dovevo faxare una lettera ad un medico di un altro ospedale per richiedere un consulto.. lettera che ho scritto di mio pugno e inviato, speriamo vada bene.

Nel frattempo mi è arrivato il primo regalo di un paziente: un buono per due per colazione o pranzo in un ristorante di Sheep Town…. :D

Devo però riuscire a sopravvivere al weekend, sono on-call domani, sabato e domenica dalle 2 a mezzanotte. E poi lunedì libero. Che ansia!!!!

Chiedo perdono per il post frenetico e frammentario, ma non ce la posso fare a scrivere niente di più articolato e vi volevo far sapere le prime impressioni del nuovo lavoro in medicina!
Un saluto a tutti
Fede


32 commenti

Quick Update

Ciao peoples!

Tutto bene, si procede come da programma. Siamo a metà del terzo mese (quindi tra 2 settimane finisce la prima rotation!!!) e continuo ad imparare nuove cose.

Sono felice di cambiare reparto perché non vedo l’ora di mettermi alla prova con qualcosa di nuovo (diciamo che l’Ortogeriatria è un po’ ripetitiva), andrò in Chirurgia e fin’ora ho fatto i turni di on-call chirurgici quindi conosco già tutti i Registrar e più o meno ho capito come funzionano le cose.
A partire da Dicembre avrò finalmente anch’io un F2!!!! Che bello!!! Ed è una ragazza brava e con cui mi trovo bene (all’inizio del mio shadowing volontario mi stava antipatica ma mi sono ricreduta), inoltre saremo 5-6 F1 nello stesso reparto (sotto consultants diversi) quindi la mia vita dovrebbe diventare molto più sociale! Che bello!

Nel frattempo ho fatto la mia seconda settimana di twilight on-call (12.30-24) ed è stata TERRIFICANTE. Tutto sommato mi sono veramente divertita ed ho imparato un sacco (otre ad aver fatto un sacco di cose pratiche), ma ci sono stati un milione di consulti in pronto soccorso e nel frattempo in reparto pazienti con crisi epilettiche, pancreatiti in peggioramento, gente con sanguinamenti acuti da resuscitare, chi più ne ha più ne metta. Insomma, mi hanno dato da fare… 

Un paio di esperienze negative ci sono state… mi sono beccata una ramanzina da un Reg per una cosa per cui secondo me io non avevo alcun torto ed ho imparato la lezione (ovvero: se i reg di chirurgia ti dicono che hanno fatto alcune cose per un paziente che sta male, non dare per scontato che le abbiano fatte davvero e soprattutto che abbiano scritto in cartella, anzi dai per scontato che NON sia stato fatto), mi sono scontrata un paio di volte con un altro F1 che mi chiedeva di fare alcune cose ed il giorno dopo cambiava le carte in tavola e sosteneva di avermi detto cose differenti (lezione imparata: ripeti le istruzioni a chi ti chiede di far qualcosa -volendo fattele mettere per scritto- e fatti spiegare che cosa si aspettano e cosa vogliano che tu faccia con i risultati).
Poi a parte queste cose (comunque molto utili, prima o poi dovevo impararle) me la sono cavata bene, sono soddisfatta.

Ho fatto la prima lezione agli studenti del quinto anno e già non vedo l’ora di rifarne altre (spero che ci siano ancora studenti nelle prossime rotations -tra l’altro in chirurgia dovrei averne uno che mi segue!!!! spettacolo-). E’ stato molto divertente. Avrei potuto fare alcune cose meglio ed ho delle idee su cosa fare in modo diverso, ma l’ho trovata un’esperienza decisamente soddisfacente! (e le evaluation forms sono state positive! eheh)

Il mio ePortfolio va molto meglio, ho tutte le form obbligatorie compilate tranne quelle del mio Clinical Supervisor (mi fa incavolare da morireeee). Martedì 26 ho appuntamento con la capa del Foundation Programme per fare il review del Portfolio (insieme ad altra gente, ma io sono la prima degli F1 e l’unica non in ordine alfabetico.. ovviamente mi sto facendo un sacco di seghe mentali su sta cosa), voglio proprio vedere che mi dice.

Nel frattempo sono tornata in vacanza in Italia.. ho già una nostalgia! In realtà non è nemmeno nostalgia dell’Italia (ovviamente è anche quello), ma la cosa che mi manca di più sono i miei amici e la famiglia.. avere qualcuno con cui non ti devi guardare le spalle, con cui sai di avere tante cose in comune, tanti interessi ed esperienze passate. Per ora con i ragazzi che ho conosciuto qui mi sento un po’ su un altro pianeta. Da un lato il mio reparto (in cui sono da sola) mi ha isolata molto, dall’altro io sono timida e non mi butto… ma sento davvero la necessità di farmi degli amici.. anche solo per chiacchierare un po’ nel weekend.. Spero che nella prossima rotation vada meglio (per lo meno sono sicura che saremo in tanti!)

Martedì sono stata nella ridente cittadina di Chesterfield, un paesello di campagna che sembrava uscito dall’800.. una cosa strepitosa! (e dico paesello ma mi ha dato l’impressione di essere più grande di Sheep Town). Faceva un freddo incredibile ma mi sono divertita! Eravamo con Carlo che lui ha fatto un colloquio nell’ospedale lì, ed ho notato che tutti  i medici usavano gli scrubs, il che ha scatenato in me un’invidia incredibile!
A parte tutto, questi posti dell’Inghilterra sono davvero bellissimi.. La campagna circondante è STUPENDA! Tutte le volte che attraverso il centro dell’Inghilterra in treno ne rimango sempre colpita.

Domani ho un corso ILS (Immediate Life Support, a metà tra il BLS e l’ALS) quindi niente reparto! E domani era Londra! Yeee!

A presto,
Un bacione
Fede


14 commenti

I’m alive

Guys, guys…. lo so che non mi faccio sentire da quasi un mese e vi assicuro che vorrei mettermi a scrivere un bellissimo e interessantissimo post su come stanno andando queste prime settimane di lavoro… MA.. sono sfinita. E durante il week-end sto andando spesso a Londra quindi l’ultima cosa che voglio fare è passare 3-4 ore davanti al computer a scrivere!

Quindi alcuni “snippet” rapidi finché ce la faccio. Poi pace, mi impegno a scrivere un bel post possibilmente il prossimo fine settimana ma forse più avanti.

Oggi ho fatto il giro visite per la prima volta completamente da sola. Vediamo domani che ne pensa il consultant delle scelte (veramente minime) che ho fatto.

Comincio a capirci qualcosa dei farmaci più utilizzati. Poco ma i più comuni me li scrivo nella mia agendina che sta diventando la mia bibbia… dato che la memoria è andata.

L’on-call la mattina non è stato orribile (tranne un giorno), ho sempre avuto la supervisione necessaria… è anzi stata una settimana veramente interessante. Ero l’F1 on-call per il pronto soccorso e per i referrall dai medici di famiglia e quindi vedevo i pazienti per prima (di solito) ed avevo il tempo per fare una bella storia ed esame e creare un mio piano… poi ovviamente modificato dal Registrar, ma ho imparato un sacco. Ho ancora il terrore per l’on-call pomeridiano/fino alle 24 perché lì bisogna gestire le costanti richieste delle infermiere ed è molto più stressante.. vedremo.

Oggi ho fatto 2 ore di straordinario, ma fin’ora sono riuscita ad andarmene in tempo o al massimo 30-45 minuti in ritardo. E di solito faccio anche la pausa pranzo.
Adoro tutti i teaching che ci fanno… sono cose veramente utili, di solito molto interattivi e pratici. Mi sento di imparare (a differenza di quello che sentivo durante le lezioni in Italia), e soprattutto poi metto le cose in pratica in reparto subito dopo o quando capita!

Gli altri F1 mi stanno molto simpatici! Alcuni sono veramente più piccoli (23 anni) ma con altri mi trovo molto molto bene!

Ora in accommodation sono da sola perché gli altri F1 sono in un altro edificio che è pieno. Appena uno di loro si trasferisce io mi sposterò con gli alti. Ma per ora sono più che felice on my own, anche perché è l’edificio subito accanto a quello degli altri quindi se si fa qualcosa nella common room o simili posso sempre andare. Ma a lungo termine vorrei spostarmi di là, prima di cercare casa mia (non credo che cercherò un mio appartamento prima di natale).

Ho anche cominciato a portarmi il pranzo cucinato durante il week-end e la sera prima. Bellissimo! Mi sembra di essere diventata grande! (Mi cucino anche i passati di verdura durante il week-end per la cena durante la settimana, che altrimenti mi fa una fatica incredibile).

Sono nel panico più totale per l’ePortfolio.. ancora non ho niente e questo mi crea veramente ansia. E soprattutto il fatto che la maggior parte della giornata sono da sola in reparto e quindi sarà difficile trovare chi mi firmi le cose. :(

Ho visitato due bambini (per una clinica ambulatoriale pre-operatoria) e mi sono trovata veramente benissimo. La prima bimba si è presentata con Dr Bear, un pupazzo vestito da chirurgo con mascherina e stetoscopio……. chi mi conosce sa quanto possa essere impazzita! Mi sono divertita tantissimo (aiutava il fatto che ‘sti due bimbi tutto sommato stavano bene)
Insomma, penso che l’anno prossimo vorrei fare una rotation in pediatria… l’idea comincia ad attirarmi molto (peccato che qui la specializzazione in pediatria sia la più lunga)

Non mi dispiace stare in questa cittadina, è piccola ma accogliente! Ci sono un paio di pub decenti (già più volte visitati con gli altri F1) ed è veramente ben collegata con Manchester e Londra. Da domani (leggere sotto perché domani) poi voglio iscrivermi in palestra.

Sono stanchissima, credo che la pianterò qui perché avrei troppe cose da dire e non me ne viene in mente più nessuna. Che frustrazione.

Ah, domani mi pagano!!!!!!!!! Il primo stipendio della mia vita! Sono emozionata! Abbiamo in programma una serata al pub di Sheep Town (anche se non farò tardi perché la mattina devo essere in ospedale alle 7.30 sigh)
Un bacio,
Fede