Obiettivo Regno Unito: specializzazione in Inghilterra


Lascia un commento

Core Medical Training (CMT) interview – preparazione fisica

Ciao a tutti!

Sorprendo me stessa con una serie di post programmati nell’arco di qualche giorno, e pubblico subito il secondo capitolo… la preparazione al colloquio per il CMT.

Ci tengo a precisare che tutto quello che sto scrivendo non e’ assolutamente da prendere come Bibbia, sono solo cose che mi sono state utili a me e ho pensato di condividere (lo stesso vale per il post precedente).

Prima cosa da specificare: l’interview per il CMT e’ in parte fortuna, in parte bravura e molta confidence e tantissima preparazione.

L’ufficio per il recruitment richiede varie cose dai candidati. In primis la compilazione di due folder essenziali, l’eligibility folder e l’evidence folder.

Vi lascio il link in cui l’ufficio descrive come compilare questi folder, e’ molto esaustivo e utile!
http://www.ct1recruitment.org.uk/the-interview/preparing-for-interview

Eligibility Folder

Quaderno ad anelli con dentro proof of identity, proof of address, qualification degree (e traduzione nel nostro caso), certificato del GMC, lettera per l’inglese o IELTS, certificato dell’ILS. Piu’ due fototessera. Compilare questa raccolta di documenti e’ semplice e non troppo stressante. Di tutto cio’ e’ richiesta fotocopia, che loro consigliano di mettere in un folder di cartoncino (ma in realta’ non serviva. grr). Loro terranno le fotocopie, una volta accertati gli originali, e riddanno indietro il resto.

Evidence Folder

Questo e’ tutta la propria vita medica pompata e messa su carta. Deve essere ordinato, presentato bene e pulito. Vogliono un Lever Arch Folder (uno di quei quadernoni con gli anelli ed il pezzettino di metallo per tenere i fogli chiusi bene) in cui bisogna dividere i documenti in varie sezioni.
Primo consiglio: i divisori per le sezioni comprateli A4+, ovvero con i numerini che si vedono anche tenendo le pagine precedenti chiuse. Almeno e’ piu’ facile da navigare.
Secondo consiglio: non e’ obbligatorio, ma includete l’indice e il CV. L’indice io l’ho messo subito dopo la loro pagina di riassunto obbligatoria, il CV l’ho messo nella prima sezione da solo.

Quello che va nelle sezioni successive e’ tutto quello che e’ stato nominato nell’application form. Avete detto di aver fatto 3 presentazioni? Benissimo, mettete le slide (stampate 6 slide a pagina), il feedback dei partecipanti, il feedback formale del senior. Tutto ovviamente dentro le bustine di plastica ad anello, due fogli (avanti e retro) per bustina.

Per il commitment to specialty io ci ho infilato dentro quello che mi veniva in mente. Oltre a cose evidenti anche per esempio email di complimenti mandatemi dai miei capi, oppure se avete complimenti fatti dai pazienti, ecc. Tutto fa brodo! Ovviamente non strafate, ma qualsiasi cosa che da’ un’impressione piu’ positiva di voi io la metterei! Qui io ho scritto un abstract della tesi e l’ho portata come allegato.
Ho anche stampato le cose dell’ePortfolio piu’ rilevanti (per esempio CBD, DOPS, reflection, ecc).

Per ogni singolo elemento presentato ho fatto una pagina introduttiva in cui spiegavo cos’era ed il mio ruolo qual era stato. Ad esempio per un’Audit ho scritto il titolo, lo scopo, quale guideline avevo utilizzato, cosa avevo fatto io (ovvero: pensato, organizzato, raccolto dati, creato un proforma per migliorare le cose), il piano per il futuro (re-audit in quanto tempo). A questo ho allegato le slide della presentazione e il proforma creato.
Oppure per un teaching ho scritto qual era l’argomento, a chi era rivolto il teaching, quale feedback ho avuto

Insomma, come potete immaginare compilare questo folder e’ veramente una cosa complicatissima. Io me l’ero lasciato da fare all’ultimo momento (errore!) e ci ho messo almeno 2 pomeriggi interi. Ed assicuratevi di avere una stampante e la cartuccia! ;)

Nel compilarlo pensate che gli interviewers (che sono consultant medici) vedono 40 e piu’ persone a giorno ed e’ compito nostro presentare le cose nel modo piu’ semplice possibile. Insomma, piu’ ovvio rendete tuto e meno rischiate che non si accorgano di qualcosa.
Io avevo messo ad ogni foglio che indicava la nuova sezione un indice di sezione in cui elencavo tutto quello contenuto all’interno. E sulla sinistra, nello spazio del quadernone che rimane altrimenti vuoto, ho aggiunto un mini-indice.

Vi allego un paio di foto del mio Portfolio, per rendere un’idea. Perdonate la qualita’ ma le faro’ con il cellulare che non ho voglia di tirar fuori la macchinetta! eheh

Example of Eligibility Folder     Evidence Folder, esempio interno     Evidence Folder Example

 

Qua sopra vedete il folder da fuori (e le etichette coperte :P), l’indice (con i numerini che spuntano dal margine destro delle pagine) e una delle pagine interne. Nell’ultima foto il mini-indice che vi dicevo. Ovviamente non metto le foto per dirvi che cosi’ e’ perfetto e in qualsiasi altra maniera non va bene (ancora non so nemmeno i punteggi del colloquio, tanto meno se sono passata!), giusto per dare un’idea di come puo’ sembrare una cosa finita.

Come potete immaginare compilare questo documento e’ un’attivita’ che richiede tempo e dedizione. Ma se fatta bene puo’ facilitare le cose molto! Suggerisco poi di farlo vedere a qualcuno prima dell’Interview, giusto per essere sicuri che vada bene.

Altre cose da ricordare:

  • Andare vestiti bene! Uomini: con giacca e cravatta. Barba o curata molto bene oppure zero
  • Ragazze: pantalone o gonna non cambia niente, basta sembrare professional. Io ho messo il vesito per la laurea, e mi sembrava di essere vestita in maniera adeguata per un colloquio di lavoro. Con un tacco basso, niente di stratosferico. E niente minigonne, ne’ scollature eccessive! C’era gente elegante come me e altri che sembravano usciti dal reparto, con cardigan e maglietta sotto.. ecco, anche no (almeno cosi’ hanno a me hanno consigliato tutti i consultant con cui ho parlato). Capelli in ordine.
  • Bisogna sembrare sicuri di se stessi.
  • Sempre guardare negli occhi tutti gli interviewers.
  • Mani appoggiate sopra il tavolo, gomiti non appoggiati.
  • Mai dare la mano se non viene offerta, solo se loro si muovono per primi si puo’ fare.

Sicuramente ci sono milioni di altre cose da dire ma… non mi vengono ora. Per qualsiasi domanda chiedete!

Un saluto a tutti, e a domani con la prossima puntata: l’interview!
Fede

Annunci


11 commenti

Core Medical Training (CMT) application

Ciao a tutti!

Ebbene si’, sono ancora viva! E torno alla riscossa con un nuovo (spero utile) post, sulla domanda per un posto nei primi due anni del training in medicina.

Ancora una volta, non ho intenzione di spiegare qui come funziona il sistema in maniera dettagliata, una ricerca su google vi dara’ tantissime risposte il quanto piu’ complete possibile. Invece voglio raccontarvi com’e’ stato per me intraprendere il passo successivo al Foundation Programme.

Come saprete (forse.. se non lo sapete mi rimetto ai link che ho pubblicato in passato su come funziona il sistema.. mi pare che siano anche nella colonna sulla destra qui accanto) durante il secondo anno del Foundation Programme bisogna scegliere verso cosa indirizzarsi. Nel post scorso ho parlato delle varie opzioni e cosa comprendeva l’inizio del processo per fare domanda… Una delle cose piu’ complicate da fare penso che sia spiegare come si fa domanda per Medicina.

Intanto voglio chiarificare che sto parlando del CMT e non dello specialty training (ST), quindi comunque si parla di due anni generali a girare per vari reparti.
Questo il sito-bibbia per chi vuole informarsi su come e’ stato quest’anno.. ci sono davvero tantissime informazioni su come compilare la domanda, prepararsi, come funziona la selezione, ecc.
http://www.ct1recruitment.org.uk/

La seconda parte dell’application online e’ quella che richiede MOLTA preparazione e dedizione. Le sezioni che ho nominato a Novembre erano identiche per tutte le specialita’, quello di cui parlo oggi invece e’ specifico per l’application al CMT. Scrivero’ a breve un post sull’application per General Practice, ma ho anche informazioni piu’ specifiche per CST e ACCS se aveste interesse.

Per il Core Medical Training completare in modo completo ed attento l’application form e’ fondamentale. Infatti il punteggio aggiudicato a tutti gli achievements e’ dato qui. Il che vuol dire che ogni cosa fatta dopo non conta in quanto a punteggio. Faccio un esempio: aver partecipato ad un Audit vale 2 punti, averlo presentato ne vale 4. Se la presentazione e’ dopo la chiusura dell’application.. punti persi. Comunque si puo’ mettere nel portfolio e forse conta in quanto “Committment to specialty” ma non possono aumentare i punti relativi agli Audit. Il che un po’ sucks perche’ concede 2 mesi in meno per lucidare il proprio portfolio (l’application chiude a inizio Dicembre, le Interview sono a fine Gennaio).

A fare punteggio ci sono varie sezioni considerate:

  • Additional Undergraduate Degrees and Qualifications
  • Postgraduate degrees and qualifications
  • additional achievements
  • Presentations/posters
  • Publications
  • Teaching experience
  • Clinical audit and quality improvement

Dettagli si trovano in questo link: http://www.ct1recruitment.org.uk/the-application-form/application-scoring.html
Per ognuna delle categorie qua sopra bisogna dichiarare quello che noi riteniamo. La verita’ delle dichiarazioni non e’ confermata fino ai colloqui, ma se ti beccano che hai detto il falso sono casini. Ovviamente bisogna anche bilanciare il non dichiarare troppo poco e far contare tutto.
Per ogni categoria inoltre bisogna spiegare brevemente le esperienze avute.

Finally poi il grande capitolo del “commitment to specialty”. Ovvero: cosa hai fatto per dimostrare il tuo interesse in questa specialita’. Bisogna fare qui un discorsetto di 450 parole massimo di pappardelle tremende ed auto-celebrazione. Ci sono poi altre 150 parole disponibili per spiegare gli achievements al di fuori della medicina (per esempio sport oppure volontariato) che possano supportare l’application.

Direi senza ombra di dubbio che queste due parti (Scoring e Commitment to Specialty) sono quelle piu’ time-consuming in assoluto dell’application form. Aspettatevi di metterci diverso tempo. Se scrivete il vostro discorsetto per il Commitment to Specialty, portatelo ad un Consultant di Medicina (che preferibilmente fa le Interview per la vostra deanery) per farvelo correggere. Se avete dubbi, chiedete sempre a questo consultant.

Le stesse informazioni piu’ o meno sono chieste anche per la maggior parte delle specialita’, in alcune si aggiunge la ricerca, che qui invece manca completamente… in altre invece c’e’ molto meno..

Se si volesse partire dall’Italia vi renderete conto da soli quanto sia difficile: per loro questo processo e’ un esercizio a crocette. Piu’ le cose sono conformi al loro sistema e piu’ e’ facile per gli Interviewer in 5 minuti capire che cosa hai fatto veramente. (poi ricordiamoci che gli inglesi ad elasticita’ mentale non sono messi benissimo).
Se siete a fare un periodo di observership o clinical attatchment il mio consiglio e’: chiedete al piu’ presto al vostro Clinical Supervisor se ha un Audit in cui potete dare una mano. Se vi dice di no, chiedete al Registrar. Se ancora no, andate all’Audit Department e sentite se hanno cose avviate di priorita’. I progetti migliori sono quelli che porteranno ad un effettivo cambiamento della pratica clinica e della patient safety.. ma alla fine tutto fa punteggio!

Tra inizio Dicembre (momento di scadenza dell’Application Form) e Gennaio succede poco in quanto a Recruitment. Si viene notificati del punteggio fatto (ma gia’ ve lo siete calcolati da soli) e se va tutto bene siete invitati ad un colloqui, anche detto Interview. Quest’anno ci hanno fatto esprimere 4 preferenze durante l’application, queste sono le zone in cui, se mi offrono lavoro, potro’ andare a lavorare. E, a seconda della graduatoria, anche l’interview viene organizzata secondo queste preferenze.

Ogni deanery ha un suo periodo in cui si tengono le interview, per il CMT sono quasi tutte a fine gennaio. Per il Core Surgical Training sono nazionali a Londra il 4 Febbraio, per l’ACCS (Emergenze/Anestesia) sono a fine febbraio.. insomma, tempistiche molto diverse! Sul sito del Core Training Recruitment specifico per la deanery ci dovrebbe essere scritto quando si tengono le interview. A me hanno comunicato che potevo fare l’interview il 9 gennaio, ed il colloqui l’ho fatto ieri.. insomma, se aspettate la comunicazione ufficiale non lascia tantissimo preavviso!

Mentre si aspetta il colloquio, e’ importantissimo prepararsi a dovere. Infatti paradossalmente medicina non e’ competitivissima (altre specialita’ sono molto peggio), ma in alcune cose rompono davvero tantissimo e sembra che debbano selezionare il prossimo team di salvataggio della specie umana!

Ora giusto per cambiare un po’ faro’ un post separato sull’interview e su come prepararsi a questa!

Baci a tutti!
Fede

Edit aggiunto 30/01/15
PS: Fare l’application e l’interview non richiede il pagamento di alcuna cifra. Anzi, volendo si può richiedere il rimborso spese


9 commenti

Domanda

Ciao a tutti!

Lo so, due post in due giorni?? Ma oggi è “solo” per chiedere una domanda che mi sta creando diversi dubbi.. Magari qualcuno di voi ha la risposta.

Si può equiparare una laurea in Medicina ad un MD (Medical Doctorate)? Ovvero, quando vi firmate, è appropriato dire che la propria Qualification è MD?

Nell’application si chiede se si è fatta ricerca o altro nel pre/post graduate ed assegnano un punteggio per il seguente accomplishment:

MD Doctor of Medicine – dissertation
You undertook a dissertation (ie writing about a subject not using your own original research) with a relatively small amount of research content, and usually of one year or less in duration

Dissertation si traduce con Tesi di ricerca, ed la descrizione qui riportata è esattamente la descrizione della tesi… Il che mi tenta di selezionarla, ma ho paura che i due sistemi siano talmente diversi da rendere la nostra Tesi inutilizzabile in termini di punteggio… Qualcuno ha informazioni in più al riguardo?

Un saluto,
Fede


6 commenti

Application Time!!

Ciao a tutti!

Mi dispiace che non riesco a mantenere il blog molto aggiornato, purtroppo adesso che sono in Pronto Soccorso riesco raramente a trovare la motivazione di passare ore al computer a scrivere di cose leggermente ansiogene..

Come forse avrete capito dal titolo.. è giunto il terrificante momento di applicare per il prossimo passo della mia carriera… ed io ancora non ho idea di che cosa voglio fare. Ovvero, sono piuttosto sicura che la medicina mi piace MA non so se voglio diventare un Medical Consultant (sembra troppo stressante e faticoso come stile di vita)… l’alternativa è Medicina di Famiglia, ma da quanto mi piace la Medicina per Acuti ho paura che la General Practice non mi stimolerà a sufficienza.

Fortunatamente il mio prossimo placement sarà in una clinica di GP e potrò avere una migliore idea, nel frattempo ho deciso di applicare sia per il CMT (Core Medical Training, per poi specializzarsi in futuro in una delle specialità mediche) che per General Practice Training.

Ansia ansia ansia!

Praticamente avendo fatto il Foundation Programme bisogna trovare lavoro per l’anno prossimo al gradino successivo, che a questo punto comincia ad essere differente a seconda della strada che si vuole seguire.

Ci sono alcune specialità (chiamate Run-Through) in cui la selezione è adesso e poi si rimane dentro al Training per tutti gli anni necessari senza altre selezioni, per esempio Ginecologia. In questo caso se si ottiene un lavoro ad agosto si diventa ST1 (Speciality Trainee year 1) e poi ogni anno si prosegue fino ad ottenere la specializzazione (ovviamente se si passano tutti gli esami necessari).
Medicina di Famiglia è su questa linea ma sono solo tre anni di specializzazione, i primi due sono in ospedale e si fanno specialità differenti che di solito comprendono AE, un reparto di medicina, Obs&Gynae, Pediatria. Il terzo anno è sul territorio.

Altre specialità invece sono decisamente differenti e prevedono due anni di Core Training (CT1 e CT2) e poi una selezione successiva di nuovo tramite application per entrare nello Speciality Training come ST3 in su. Medicina è una di queste, quindi per esempio se uno vuole fare cardiologia applicherà al Core Medical Training e farà due anni qui, poi tra due anni applicherà allo Speciality Training in Cardiology, alla fine del quale sarà uno specialista in Cardiologia (anche qui ammesso che passino gli esami necessari).
Durante il Core Medical Training si continua a girare tra i reparti, un anno in un District General Hospital (piccolo ospedale) ed un anno in un Teaching Hospital (ospedale più grande di città, affiliato ad un’Università). Si continua ad essere considerati Junior Doctors, si diventa poi SpR (Speciality Registrar…. ovvero il MEDICAL REG!! argh.) una volta che si passa un esame e si entra nello Speciality Training (si sarà quindi ST3 nella specializzazione scelta/in cui si entra).

Questa è la lista delle maggiori specializzazioni a cui si può applicare a questo livello:
-Core Medical Training (inclusa Acute Medicine che in realtà fa parte dell’ACCS)
-Core Surgical Training
-Core Psychiatry Training
-Obs&Gynae
-Paediatrics
-Ophtalmology
-Public Health
-Acute Care Common Stem (Emergency Medicine, Anaesthetics)
-Broad Based Training (Per chi è indeciso permette di rimandare la decisione di un anno se si vuole fare Medicina/GP/Pediatria/Psichiatria.. sono rotation in queste specialità)
-Cardiothoracic Surgery
-Clinical Radiology
-Community Sexual and Reproductive Health
-Histopathology
-Oral and Maxillo-facial Surgery
-Neurosurgery

Insomma, qui le cose cominciano a farsi molto diverse a seconda della specializzazione (anzi, del percorso) che si sceglie. Le application sono state aperte l’11 di Novembre e chiudono il 4 di Dicembre per tutte le specializzazioni.
Fortunatamente quest’anno le varie application si fanno attraverso lo stesso sistema online (Oriel), tramite questo sito: http://www.ct1recruitment.org.uk
Da qui si può applicare alle varie specializzazioni, a tante quante se ne vuole, e le parti in comune vengono salvate e non bisogna riscriverle.

Il processo è davvero complicato e, per la prima parte comune a tutte le specialità, comprende:

  • Dettagli personali
  • Eligibility (Right to Work in the UK, ovvero la nazionalità Italiana è sufficiente e Language Requirements)
  • Fitness (Dichiarazioni di problemi in passato nella professione ecc)
  • Employment (ogni lavoro fatto dalla laurea, e periodi di inattività di più di 4 settimane negli ultimi 3 anni)

Da fare una nota sulla lingua per coloro che hanno studiato Medicina non in Inglese.
Tendenzialmente l’ideale sarebbe avere l’IELTS (sempre i soliti requisiti di overall minimo 7.5 e minimo in ciascuna sezione 7.0) ma questo deve essere preso meno di due anni prima dell’application. Ovviamente per coloro che hanno fatto il Foundation Programme dall’Italia questo vuol dire dover rifare l’IELTS, dato che era necessario averlo fatto prima dell’Eligibility nel 2012. Il mio è “scaduto” da qualche mese e non mi sono resa conto di questo problema fino ad ora. Per risolvere a questo si può chiedere ad un Consultant (possibilmente Educational Supervisor) di scrivere una lettera in cui si attesta la nostra capacità di parlare Inglese decentemente. In alternativa l’IELTS non è richiesto se si lavora nell’NHS da più di due anni.
Per quanto non mi piaccia, io ho chiesto alla mia Consultant attuale di scrivermi una lettera di Proficiency in English, sperando che non mi faccia problemi.

Una volta compilata questa prima parte generale si può passare ad applicare ai vari training. Si crea un’Application per specializzazione e si completa. Forse è il caso che rimandi questa parte al prossimo post perché mi pare di aver già scritto a sufficienza per oggi! :)

Ultima cosa: la timeline!

Timeline CT Recruitment

E con quest’immagine molto ansiogena vi lascio per oggi!
*To Be Continued…*


4 commenti

Practical Tips for Moving to the UK – Parte 1: Affittare casa in Inghilterra

Come forse ho già detto in precedenza, a fine Agosto ho abbandonato la mia cameretta nell’Hospital Accommodation e mi sono (finalmente!) trasferita in una casetta tutta mia (e del mio fidanzato! yee). Dato che l’approccio al mondo dell’affitto in UK mi ha creato un po’ di ansia ho pensato di raccontare la nostra avventura per trovare una casina.

Un po’ di terminologia, per cominciare:
-Tenant = l’affittuario
-Landlord = padrone di casa
-To Let = affittare casa
-Real Estate Agency (anche solo Agency o, per gli affitti Letting Agency) = Agenzia Immobiliare
-Furnished = arredata (fully, partially, etc.)

1) La ricerca.
Io mi sono affidata al sito RightMove (www.rightmove.co.uk). L’ho trovato molto utile e ben costruito, e pure la loro App è stata un salvavita.
In alternativa ci sono Zoopla (www.zoopla.co.uk) e probabilmente molti altri che io non conosco. Entrambi questi siti si basano su annunci di Agenzie. Se volete invece affittare da un privato vi posso consigliare GumTree (www.gumtree.com), utile per qualsiasi altra cosa tra privati, per esempio macchine usate, ecc. (ovviamente da prendere con le dovute precauzioni).
Muoversi per tempo è stato fondamentale, soprattutto considerando che la vita da giovane medico rende molto complicato cercare casa durante la settimana. Infatti la maggior parte delle agenzie è aperta dalle 9 alle 17, e durante la settimana questo comporta che sia praticamente impossibile poter andare a vedere le case. Altro fattore che ha complicato le cose (per me) è stato il fatto che il quartiere che avevo scelto è particolarmente richiesto ed in voga, quindi case messe sul mercato la mattina venivano prese nell’arco di uno o due giorni.
Identificata una proprietà interessante si entra in contatto con l’Agenzia per organizzare un Viewing. Fortunatamente fanno vedere le case anche di Sabato ed alcune agenzie pure di Domenica.
Io sono andata a vedere due appartamenti da sola ed uno con il mio fidanzato.. I primi due mi avevano lasciata un po’ perplessa ed ho lasciato perdere, il terzo che abbiamo visto insieme invece ci è piaciuto subito. Dopo di noi stavano mostrando la casa ad altre due coppie, ed abbiamo capito subito che dovevamo muoverci immediatamente. Presa la decisione su due piedi siamo andati subito all’agenzia, dove abbiamo “put in an offer”. Ovvero: abbiamo comunicato il nostro interesse ad affittare.

2) L’offerta.
Arrivati in Agenzia abbiamo avuto la fortuna di essere stati i primi a vedere la casa e quindi a comunicare di volerla affittare. Se già altri avessero fatto un’offerta l’Agenzia avrebbe sottoposto le offerte al padrone di casa e lui avrebbe scelto chi prendere come tenants.
Immagino che ogni agenzia lavori in maniera diversa, ma questi hanno chiamato immediatamente il Landlord, che ha detto loro che andava bene (ovviamente.. vorrei vedere chi è che dice di no a due medici con contratto a tempo pieno! ecco.). Ci siamo accordati per un contratto di 12 mesi (qua penso che vadano per la maggiore.. di 4+4 non ne ho sentito parlare). A questo punto abbiamo proceduto a firmare un accordo iniziale e fornire i documenti richiesti, ovvero copie di passaporto/patente e Proof of Residence (quindi una lettera della tipa dell’Accommodation oppure una bolletta a nostro nome all’indirizzo in cui abitavamo prima, ecc).

3) I controlli.
Questo punto per mia esperienza è quello che più si discosta dalle pratiche italiane. Nel giorno successivo alla prima firma abbiamo dovuto compilare un papello di roba in cui venivano richiesti vari dettagli, tra cui il tipo di lavoro, il nome e contatti del datore di lavoro, il tipo di contratto, la paga annuale, il numero di busta paga. E tutte queste informazioni ripetute se avremmo cambiato lavoro in un futuro prossimo. Poi informazioni sulle residenze precedenti (dei 5 anni prima), il nome del precedente Landlord ed i suoi contatti. Più varie dichiarazioni su precedenti casi di bancarotta o simili.
Tutti questi dati sono poi stati passati ad un’Agenzia indipendente che ha contattato il datore di lavoro per avere conferma delle informazioni, il precedente Landlord, la nostra banca, ecc.
In qualche caso può succedere che venga richiesto un Guarantor. Questo può accadere se non si ha un lavoro fisso oppure se si sono cambiate tante case negli ultimi anni (tante davvero.. Carlo si è spostato 5 volte e a noi non hanno chiesto niente). Un Guarantor deve essere un cittadino inglese (mi pare) che sia disponibile a pagare l’affitto nel caso in cui il Tenant sparisca nel nulla e non sia rintracciabile. Se questa figura è richiesta e non si ha nessuno mi pare che si possa comunque affittare mettendo una caparra molto maggiore. Io cmq non conosco nessuno cui hanno chiesto di avere un Guarantor.

4)Il Tenancy Agreement.
Nel giorno prestabilito ci siamo recati in Agenzia dove abbiamo firmato il Contratto ufficiale e ci hanno dato le chiavi. Abbiamo poi anche firmato un inventario di cosa c’era in casa e delle condizioni di mobili/pavimenti/muri/ecc.
Lo stesso giorno abbiamo lasciato una caparra e pagato il primo mese di affitto.

5) Utility Bills.
Acqua e Luce (non esiste gas) ci sono state trasferite a nostro nome. Abbiamo ricevuto una lettera in cui il provider di elettricità ci chiedeva info in più (ehm.. ancora non ho inviato la risposta! ansia), ed abbiamo ricevuto una lettera che ci ricordava di dover pagare la tassa della TV (145 sterline l’anno).
Inoltre in UK esiste la Council Tax, che se vogliamo tradurla possiamo definirla Tassa Comunale (volendo una sorta di Condominio?) che in pratica copre l’utilizzo della terra e dei servizi tipo spazzatura ecc. Anche per questa ci hanno chiesto delle informazioni aggiuntive per lettera, piuttosto semplice da compilare tutto sommato.

6) Cambiare Residenza.
Questo è un punto su cui ancora devo lavorare. E’ stato piuttosto facile cambiare indirizzo sui vari siti (ad esempio BMA, sito della Banca, ecc) ma ancora mi devo applicare per cambiare indirizzo a cui è registrata la mia macchina e cambiare residenza ufficiale.
Per la registrazione della macchina è piuttosto semplice: si compila la richiesta e si spedisce libretto di circolazione + richiesta all’ufficio della Motorizzazione (che si trova a Cardiff). Dopo un paio di settimane ti ri-inviano il libretto con i nuovi dati.
Per cambiare la residenza con il Consolato: esiste un modulo da compilare, poi scannerizzare e spedire per mail all’ufficio consolare giusto. Non dovrebbe essere troppo difficile!

 

A Bowl with 9 Lemons (o quasi)

A Bowl with 9 Lemons (o quasi)

 

Mi pare di aver raccontato le cose più importanti sull’affittare una casa in UK, se mi sono dimenticata qualcosa aggiungete pure nei commenti e così pure se non sono stata chiara o c’è bisogno di più delucidazioni!
Puntate future di “Practical Tips” prevedono come rinnovare il passaporto e come rinnovare la patente nel Regno Unito. Altre cose che potrebbero essere utili? (si accettano suggerimenti.. iscrizione all’AIRE? comprare una macchina usata in UK?)

Un saluto a tutti!
Fede

 


10 commenti >

Ciao a tutti!

Le mie esperienze in medicina continuano ad entusiasmarmi sempre, ora è tardi ed ho poche energie per raccontare più di tanto, ma vorrei scrivere un post decente durante il fine settimana.

Nel frattempo la data in cui vengono valutati i nostri curriculum come F1 per vedere se possiamo “passare” ad F2 si avvicina, è ad un mese esatto. Il processo si chiama ARCP (Annual Review of Competence Progression) ed avviene a livello locale con il responsabile del Foundation Programme ed almeno altre due persone che costituiscono un Panel ed analizzano l’ePortfolio di ogni F1 per decidere se ha fatto tutto il necessario per poter proseguire.

Ad essere sincera so di aver tirato in ballo questo ePortfolio diverse volte (in quanto fonte di stress) ma non sono sicura di aver spiegato cosa sia. Praticamente è una risorsa online che permette di tracciare il percorso di un medico. Ad ogni medico nel foundation programme viene fornito un account e qui sono registrati avvenimenti importanti. Per esempio ogni nuova rotation bisogna incontrare il Clinical Supervisor (di solito il consultant per il quale lavoriamo) ed l’Educational Supervisor (il medico responsabile dell’aspetto più educativo, quindi teaching, research ecc. Da noi sono un’unica persona quindi facciamo un solo incontro comune) per dare un occhio al nostro porfolio fino a quel punto e discutere di che cosa ci aspettiamo dal posto, se abbiamo problemi particolari, se sappiamo a chi rivolgerci per qualsiasi dubbio clinico o personale, ecc. Quello che viene detto durante l’incontro viene registrato dal Consultant mediante una/due Forms che rimangono nell’ePortfolio come prova. La stessa cosa succede alla fine della rotation, dove le cose sono più interessanti perché viene fatto un feedback diretto dal consultant su come abbiamo svolto il nostro lavoro.

Oltre a questi incontri più formali però l’ePortfolio è anche utilizzato per tracciare la progressione di un junior doctor. E’ nostro compito/responsabilità aggiungere form di riflessione (reflections) su eventi interessanti o cose che abbiamo sbagliato o fatto bene, ecc. Inoltre per ogni rotation abbiamo un certo numero di cose pratiche che dobbiamo far valutare dai senior. Queste si chiamano SLE (Supervised Learning Events) e sono diverse:

  • Direct Observation of Procedural Skills (DOPS) per procedure pratiche, come EGA, cateteri, rachicentesi, cateteri venosi centrali, aspirazioni di versamenti pleurici/ascite, drenaggi, cardioversione, ecc ecc
  • Mini-Clinical Evaluation Exercise for learning (mini-CEX) in cui un senior guarda come si interagisce con il paziente ad esempio nel prendere la storia, fare l’esame obiettivo, fare un piano di trattamento, chi più ne ha più ne metta
  • Case-Based Discussion (CBD) in cui si discute con un senior di aspetti vari della cura di un paziente (qui si possono mettere le cose più varie, può essere la valutazione iniziale in un nuovo paziente, l’aver riconosciuto un paziente con una complicanza, aver richiesto gli esami corretti per investigare un sospetto, ecc ecc)
  • Developing the Clinical Teacher in cui il senior valuta come il junior insegna ad altri (ad esempio durante la presentazione di un audit oppure di un journal club o durante una case presentation)

Un’altra parte importante dell’ePortfolio sono le Core Procedures, una lista di 15 cose che bisogna per forza fare e farci firmare entro la fine dell’anno, qui a seguito l’elenco copiato ed incollato che non ho voglia di tradurlo tutto:

  • Venepuncture
  • IV Cannulation
  • Prepare and administer IV medication and injections and fluids
  • Arterial puncture in an adult
  • Blood culture (peripheral)
  • IV infusion including the prescription of fluids
  • IV infusion of blood and blood products
  • Injection of local anaesthetic to skin
  • Subcutaneous injection
  • Intramuscular injection
  • Perform and interpret an ECG
  • Perform and interpret peak flow
  • Urethral catheterisation (male)
  • Urethral catheterisation (female)
  • Airway care including simple adjuncts.

Un’altra valutazione è infine sul comportamento, ed è il Team Assessment of Behaviour (TAB). Questo comprende un minimo di persone, 10, facenti parte di diversi tipi di gruppi di lavoro (ad esempio almeno 2 medici, almeno 2 infermieri, almeno 2 di altre figure sanitarie tipo farmacisti, social services, occupational therapists o physiotherapists, almeno 2 figure non sanitarie, tipo segretarie ecc) e viene richiesto loro di valutare come siamo in grado di comunicare, lavorare in gruppo, ecc.

Tutte queste cose vengono compilate dalle persone scelte da noi. Ovvero, il mio registrar mi fa fare una cosa interessante, io gli chiedo se gli posso mandare un Ticket per una form sull’ePortfolio. A lui arriva un codice che gli permette di entrare nella mia form e di compilarla.

Ora che abbiamo coperto i fondamenti dell’ePortfolio praticamente devo solo aggiungere che è una pena. In alcune occasioni è molto, molto utile perché permette di ricevere feedback. Ad esempio dopo avere fatto il clerking di un paziente ed averlo presentato al Consultant, potergli mandare un ticket permette di sapere che cosa andava particolarmente bene e che cosa poteva essere migliorato (spesso questo confronto avviene comunque in reparto, ma nell’ePortfolio è più strutturato). La cosa negativa è che, essendo comunque una cosa che rimane e verrà valutata in futuro, tutti tendono a scrivere commenti positivi ed aiutare i Junior Doctors il più possibile. Ovviamente ciò è un bene, ma comporta che il feedback perda un po’ di autenticità.
In alcuni contesti sono i senior stessi a chiederti di mandare loro un Ticket (chi è così accorto viene sempre adorato da tutti), in altri basta chiedere loro se sono disponibili. Con i Chirurghi nel nostro ospedale è esperienza comune che sia davvero difficile farsi compilare le form, quindi bisogna chiedere, richiedere, ricordare ed assilare un po’. Questo ovviamente crea un po’ di stress perché per noi è obbligatorio avere un determinato numero di form compilate.

Quindi per ricollegarci al discorso di passare l’F1, in parte questo si basa sulle form compilate durante l’anno nel nostro ePortfolio, in parte su altri (pochi) parametri. Ci sono alcune cose obbligatorie a livello nazionale ed altre che invece ogni Foundation School rende obbligatorie. Più o meno penso che siano piuttosto simili.
Qui i requisiti per passare ad F2 sono:

  • Aver applicato ed ottenuto la Full Registration con il GMC (ed avere ottenuto una cosa chiamata il Certificate of Experience… un post in futuro su tutto questo processo, che ancora non l’ho completato)
  • Aver compilato una form sul Portfolio che riguarda incidents/complaints da dichiarare (risolti o sotto investigazione)
  • Aver completato il National Training Survey del GMC
  • Aver passato l’ARCP.

Per l’ARCP, il Panel valuta l’ePortfolio. Nella mia Foundation School i requisiti minimi sono:

  • Initial Meeting per ogni rotation
  • End of Placement Report del Clinical Supervisor per ogni rotation
  • End of Placement Report dell’Educational Supervisor per rotation 1 e 2
  • End of Year Report dell’Educational Supervisor per rotation 3
  • 2 Mini-CEX a rotation (totale minimo 6)
  • 2 CBD a rotation (totale minimo 6)
  • 2 DOPS a rotation (totale minimo 6)
  • 15 Core Procedures
  • minimo 10 Reflections
  • 1 TAB
  • Minimo 1 Developing the Clinical Teacher
  • Minimo 1 Audit
  • Avere il certificato ILS (Immediate Life Support)
  • Percentuale di presenza alle lezioni soddisfacente (circa o più del 70%)

Non sono sicura di essere stata chiara con queste spiegazioni, ma era da tanto che volevo parlare di questo incubo ricorrente dell’ePorfolio e finalmente ho trovato la motivazione. Ed è stato un incubo ricorrente anche per colpa delle persone con cui stavo lavorando. Adesso che sono in medicina ho trovato tantissimi Registrar (e pure dei consultant!) che si offrono loro di compilare un mio ticket e in un mese e poco più già avevo tutte le form minime per la rotation.

E con questo ho esaurito tutte  le mie energie! :)
Spero comunque di aver gettato un po’ di luce su questa parte così importante della vita di un medico in UK… e tutto ciò continua (tramite strumenti diversi e con requisiti differenti, ma utilizzando fondamentalmente lo stesso formato) durante tutta la formazione.

Vi saluto e spero di riscrivervi presto per aggiornarvi sul mio rinnovato entusiasmo per la medicina (e per raccontare quanto mi sono resa conto di avere imparato in questi 10 mesi!! Incredibile).
Un bacione!

Fede


6 commenti

Induction

Questi primi giorni (oltre ai due giorni di shadowing pagato) sono stati pieni di documenti da compilare e firmare, lezioni su come si ordinano gli esami, su come si prescrivono i farmaci, su come funziona il nostro lavoro, come funziona l’ePortfolio, ecc..

Qualche attività è stata molto molto utile, altre sono state decisamente noiose. Ed altre ancora decisamente terrificanti! Intanto ho compilato più forms che negli ultimi 2  anni messi insieme.
Ho firmato il contratto (!!!! che emozione :D), mi sono iscritta a vari enti, ho firmato i fogli necessari al pagamento dell’accommodation, c’erano robe insulse, la form per la stanza medici, e altro ancora.

Alcune cose che io consiglio di fare:
-sottoscrivere al Pension Scheme dell’NHS. Prendono il 6-7% del salario mensile (ora non mi ricordo esattamente quanto) pre-tasse e pre-aggiunta del banding e lo mettono nel fondo pensione (trasferibile all’estero se uno volesse tornare in Italia).. Quando sarò in pensione me lo restituiranno moltiplicato per 8 o per un numero non ben definito che ora non ricordo. So di aver appena spiegato come funziona una pensione, ma magari qualcuno dei più giovani ancora non lo sa.. Si può decidere di non far parte di questo schema ma il Governo fa un sacco di storie e mi pare che ne vogliano uno alternativo.. comunque a quanto mi dicono lo schema per le pensioni dell’NHS è tra i migliori del Regno Unito, quindi sarebbe uno spreco non iscriversi.
-iscriversi alla BMA (British Medical Assosiation – http://bma.org.uk/): come Foundation 1 costa sui 110£ all’anno (e l’iscrizione è gratuita fino a settembre), poi con l’aumentare delle responsabilità aumenta anche la membership fee. Offrono supporto pratico ai medici inglesi per qualsiasi cosa burocratica (contratto, paga, pensioni, diritti, consigli su come sviluppare la propria carriera, problemi sul lavoro e molto molto altro) oltre a dare accesso a non ho capito bene quali riviste mediche
-iscriversi alle Medical Defence Organisations: io per ora mi sono iscritta all’MDU (Medical Defence Unit – www.the-mdu.com) ma mi hanno consigliato di iscrivermi pure all’MPS (Medical Protection Society – www.medicalprotection.org/uk) e per chi è in Scozia consigliano pure l’MDDUS (Medical and Dental Defence Union of Scotland – www.mddus.com). Tutte queste società offrono servizi legali nel caso in cui un medico venga denunciato o nel caso in cui venga fatto un reclamo nei suoi confronti, oltre ad offrire mooolte altre cose che non so. Anche qui la quota da pagare aumenta con il progredire della propria carriera. Mi pare che per il Foundation 1 costasse sulle 11 sterline ma non sono per niente sicura, sorry!
-Completely un-related: tutte le Trust richiedono di fare il test Mantoux, se negativi (come in teoria la maggior parte degli Italiani saranno) offriranno la possibilità di fare il vaccino per la TB. Io inizialmente ero scettica, poi mi è stato fatto notare che se avessi deciso di non sottopormi al vaccino, al prossimo lavoro avrebbero cercato la cicatrice sul braccio ed a quel punto senza cicatrice si ricomincia tutto da capo, di nuovo Mantoux e di nuovo proposta di vaccino. Non fa per me. (E per qualsiasi test e vaccino fatto dall’Occupational Therapy fatevi rilasciare una copia della documentation così avrete le prove accettabili per le Trust future)

Voglio capire se come copertura legale basta quella che ho oppure devo iscrivermi anche all’MPS e ad altre assicurazioni varie.

Ho il cervello in overdrive e l’unica cosa che mi tranquillizza è pensare di prendere un giorno alla volta…
Quando abbiamo parlato dell’ePortfolio sono quasi impazzita e mi è preso il panico.. così tante cose, così diverso dal nostro sistema… Devo ancora guardarlo per bene, poi magari farò un post apposito su sta roba (che tutti i Foundation odiano).

E da domani si comincia davvero!!!! Potrò firmare le prescrizioni, le lettere di dimissioni (qua chiamate TTOs/TTAs/eDNFs), le richieste di varie investigations… Panicooooooo!
Lunedì sono on-call…….. non ci posso pensare, facciamo un giorno alla volta. :)

Stasera i praticamente ex-F1s hanno organizzato una serata con tutti noi, andiamo a mangiare la pizza! Che cariniiiii! Mi dicevano che l’anno scorso i loro predecessori li hanno portati esattamente nello stesso posto alla stessa ora, tra un anno saremo noi a portarci i nuovi arrivati. Che spettacolo.
E per lo meno sarà un modo per evitare di entrare troppo nel panico, sennò tutta la sera da sola a pensare a quello che mi aspetta sarei andata fuori di tesat!

Vado a dormire un quarto d’ora che non capisco più niente…
A presto!