Obiettivo Regno Unito: specializzazione in Inghilterra


1 Commento

On its way!

Ho inviato tutto oggi. Con l’impiegata alle Poste che ha cercato “Regno Unito” per 10 minuti tra l’elenco delle destinazioni della raccomandata (perché l’Eligibility Office è in Galles e non in Inghilterra), per poi chiedere una consulenza al vicino di computer che le ha consigliato di metterci “Gran Bretagna”, che era in cima alla lista che lei aveva letto almeno 2 volte………………… poveri noi, siamo messi veramente male se il livello di cultura generale è questo.

Comunque….. la busta prevedeva il Dean’s Statement originale, il piano di studi e traduzione (copie), le fototessere, fotocopie del passaporto (copertina e prime 3 pagine, compresi occhi/altezza o quel che c’è nella pagina accanto a dove dice “figli”)… Ho stampato anche la Form (ovviamente), tutta scritta al computer tranne data, firma e nome nell’ultima pagina, che erano da compilare a mano. E’ stato piuttosto facile, fino a qui. Per un totale di 8.50€ con raccomandata.

La convalida della traduzione del piano di studi è stata una buffonata. Sono andata in tribunale all’ufficio che fa ‘ste cose (ufficio delle traduzioni giurate) e l’impiegata mi ha chiesto per cosa mi serviva questa traduzione, ha messo le marche da bollo ed i timbri. Penso che non abbia letto nemmeno una riga di quello che ho tradotto.
Tra questa traduzione ed il piano di studi in sé e per sé mi sono andati via più di 100€ (7 marche da bollo da 14.62). Pazzesco che rilascino il piano di studi (non completo eh.. perché di esami me ne mancano ancora) solo su carta bollata, e pazzesco anche che per giurare una stupida traduzione uno debba spendere così tanto. Per mettere una serie di timbri e di bollini sulle pagine e aggiungere un foglio (IN ITALIANO) in cui si dice che ho tradotto con buone intenzioni. E probabilmente in Inghilterra quando guarderanno questi fogli si chiederanno
1) perché mai ho dovuto inviare queste 10 pagine di esami (troppo dettagliato.. ma me l’hanno chiesto loro. Però sono convinta che non serva)
2) che cosa caspita sono questi stamps e bollini in giro per le pagine di traduzione
3) che dice questa pagina in Italiano in fondo al piano di studi in inglese.
Insomma, son convinta che tutto ciò sia semplicemente un sistema pensato apposta per lo Stato di sfruttare chi ha bisogno di qualcosa. Uff.(end of rant)

Ora non so bene quanto ci metteranno a dirmi se sono Eligible o meno. Spero poco ma sospetto che potrebbe essere a Settembre. Non ricordo bene se c’è scritto da qualche parte. Purtroppo ora c’è solo da aspettare e vedere! Anche se non credo proprio che mi rifiuteranno, a meno che io abba sbagliato a compilare i moduli…

Posso adesso concentrarmi sul mio immediato futuro, ovvero: la tesi! Col fatto che voglio andare via in realtà di frequentare da qualche parte non m’importa molto, e non ho tempo da perdere (ho ancora diversi esami da dare), perciò ho rimandato fino ad ora. Ma purtroppo è giunto il momento di decidere dover fare ‘sta benedetta tesi, soprattutto se voglio laurearmi a Dicembre (ma non so se metteranno la sessione). Prende piede l’idea IGIENE…. ahahahah :D Ci penserò su.

Annunci


8 commenti

Dean’s Statement

La scorsa settimana sono andata a parlare con la Presidentessa del Corso di Laurea per farle compilare il Dean’s Statement. E’ stata dura ma alla fine ce l’ho fatta a farglielo compilare per bene (tentando di qualche modo di tradurle senza farle capire che le stavo traducendo, per non offenderla… ).

Section One: primo problema, la data di qualificazione. Cioè, per noi equivale alla data di laurea, ma cosa metterci se qui nemmeno una settimana prima sappiamo esattamente il giorno? Tra l’altro con l’esplicita richiesta che ci sia scritto giorno/mese/anno… Dopo numerose mail all’ufficio per l’Eligibility siamo giunti alla conclusione che questa necessità di sapere la data precisa è importantissima per coloro che sono al di fuori della EEA che devono sostenere il PLAB. Noi dall’Italia invece non dobbiamo dare quest’esame (grazie al cielo) quindi in realtà basta che ci sia una data a caso (la più probabile) e poi se cambia non succede niente, basta comunicarlo all’ufficio dell’Eligibility. Il cambio di data non andrà a modificare l’eligibility.
Quindi con la presidentessa del CdL abbiamo inventato una data a Marzo (perché io a Ottobre non ce la faccio e a Dicembre ancora la sessione non è stata messa), provvederò poi a comunicare la data ufficiale.

Section Two: lingua inglese. Qui si chiede se il corso, gli esami, la pratica clinica sono stati svolti in Inglese. Danno la possibilità di lasciare questa sezione in bianco nel caso in cui si abbia l’IELTS con punteggio minimo di 7.5 ma la prof non ha voluto lasciare le crocette in bianco quindi ha messo “no” a tutte le risposte.

Section Three: ranking. Nell’application richiedono di sapere il mio ranking rispetto ai miei compagni di corso. In partica andrebbero prese le medie di tutti gli studenti al VI anno, divise in 10 gruppi (decili) e dovremmo trovare in quale decile appartengo io. Ovviamente tutto questo è infattibile in Italia (forse c’è qualcuno all’Ateneo che ha queste informazioni ma era molto complicato ottenerle) quindi la prof. ha crocettato l’opzione “non sono in grado di fornire queste informazioni”. Cosa che non comporta danni per l’Eligibilità ma mi dà il punteggio minimo sulla carriera universitaria, quindi mi farà perdere tantissimi punti rispetto ai ragazzi inglesi per la graduatoria. Non è particolarmente giusto ma non c’è altro modo. :(

Section Four: firma del presidente del corso di laurea e dati + timbro dell’università/facoltà.

Ottimo!!! Su questo dovremmo esserci! purtroppo devo ancora tradurmi 10 pagine di piano di studi, e farmele validare. Non so bene quando farlo, purtroppo gli esami incombono, ma devo trovare un attimo di tempo in questi giorni!